Cerca

...e tra poco è Natale

Precario o disoccupato, termini un tempo lontani che ormai stanno diventando sinonimi, ti senti come preso nella rete, più ti sbatti in cerca di una soluzione, più resti sfiancato, avviluppato in quegli stessi lacci da cui cerchi di liberarti, ti verrebbe di lasciar perdere tutto, stare fermo, ma non puoi e dopo un po’ riprendi a guizzare. Partecipi al quiz a premi di stato costringendoti ad ore accanto all’esercitatore-dissasuore, cercando di fare tacere quella vocina interna che si domanda: perché un futuro insegnante di greco e latino deve sapere come l’ellisse del cordless interseca quella del cellulare? E chi lo sa, ha veramente più logica di chi non lo sa? È più intelligente? Più stupido? Poi si può cambiare pelle, essere imprenditori di se stessi, o almeno provare a diventare qual cos’altro, un commerciante, un artigiano, mentre, artigiani e commercianti cercano a loro volta di diventare altro, in un gorgo senza fine. Ormai sei temprato e riesci quasi a restare impassibile di fronte a chi ti suggerisce l’ennesima soluzione a portata di mano: c’è il prestito d’onore, la legge sull’imprenditoria femminile, o su quella giovanile e poi puoi incubare le tue idee in qualche modo, da qualche parte, c’è il POF, il POR, il PIF, l’Europa ha stanziato i fondi, basta andare su internet, cliccare. Gli spudorati: <>. La classe politica, ben satolla e pasciuta, lancia bordate: bamboccioni, schizzinosi (e smettiamola con questo inglesiorum), viziatelli, sfigati. E tanti fanno eco: << la verità è che non volete essere umili, anche a pulire i gabinetti c’è dignità, non vi volete spostare, non volete rischiare, ai miei tempi..>> Ribattere che anche a pulire i gabinetti non ti prendono più, che i tempi sono imparagonabili, per numeri, situazioni, condizioni, enumerare i tentativi, le prove, i click e a cosa servirebbe… sorridi, passi oltre, passerà, così dicono, nel 2013, o nel 14, forse nel 18, lo spread sale, poi scende, l’IVA aumenta… e tra poco è Natale. Zerina Naffi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog