Cerca

Lettera aperta ai >Segretari del PD,da parte di un operaio metalmeccanico, circa le primarie

Direttore vi chiedo la cortesia di pubblicare questa mia lettera aperta ai Segretari del PD! Grazie di tutto Nicola Irimia, un semplice operaio che a quanto pare vive nel mondo dei sogni, ma non per questo smetterà di dire la sua, e di provarci! Cari Segretari ,la decisione finale per le primarie l'avete presa, cosi come la decisione per le deroghe alle varie personalità politiche di grosso spessore che dovevano correre per le Primarie! Qui a Reggio Emilia un operaio metalmeccanico (Io, Nicola Irimia) aveva deciso, a ragion veduta molto ingenuamente di correre anche lui! Perché l'ho fatto? Perché ingenuamente(ripeto) pensava che, questo grande partito progressista, all'avanguardia e con l'attenzione per i più deboli, per la prima volta avrebbe fatto quanto meno la scelta di mettere tra i candidati anche qualcuno che nell'apparato politico non c'è! Qualcuno che fa parte della stragrande maggioranza dei cittadini che lavorano, che si danno da fare nell'associazionismo ,che cerca insomma di non restare indifferente alle cose, ma nel supo piccolo cerca di lasciare traccia! L'ho pensato, perché a me come a tanti altri cittadini normali è chiaro che il cambiamento ,la svolta, la società si debba cambiare anche dal basso, e quando è ora bisogna pur avere il coraggio di mettere in gioco forze nuove, e magari facce di gente che pur non rappresentando il partito con incarichi nello stesso(anche se lo rappresenta nello sforzo organizzativo ogni volta che gli viene chiesto, volontariando senza nessun problema, perche crede che sia giusto a prescindere) possano concorrere ad armi pari alla vita politica! Bene , anzi male, cosi non è stato mi pare, se è vero che in tre giorni non è pensabile per una persona che non ha a disposizione una macchina organizzativa forte possa raccogliere le firme necessarie! Infatti se andiamo a vedere alla fine la lista dei candidati, non è composta da gente esterna al partito( la cosidetta società civile non c'è, sempre che la società civile deve essere considerata tutta la stragrande maggioranza delle persone, e non sempre e comunque persone che in qualche modo appartengono al partito in qualche modo) e questo a quanto pare non si può dire che sia la scelta giusta! Avete derogato a qualcuno che ha già un incarico di altro genere, seppur sempre politico, ma non avete neanche lontanamente pensato che sarebbe ora di includere dal basso qualcuno che la faccia ce la vuole mettere lo stesso, anche se non ha conoscenze "altolocate". Vi sembra giusto? Tante persone con cui parlo(ma sono persone normali come me, e forse a voi non interessano) mi hanno detto che non si poteva correre cosi, sarei stato perdente, come infatti lo sono stato, ma io mi sono fissato che il PD avrebbe deciso diversamente, e che se avrebbe derogato ad alcune personalità, l'avrebbe fatto anche per persone di basso profilo, e non note! Mi sbagliavo!! Per una volta ho pensato che questo partito non avrebbe coinvolto gli operai soltanto perché vittime di atroci incidenti sul lavoro( vedi il caso di Bocuzzi) ,ma l'avrebbe fatto perché vuole dare un segnale di cambiamento! Vedete, non sempre la classe dirigente di questo paese, è stata scelta per meriti sul campo(ultimamente il Porcellum ha permesso a 4 persone di nominare l'intero Parlamento) e ne è la prova, il macello che ne è derivato a danno dei più deboli, per l'onesta intellettuale debbo dire, che neanche gli altri partiti della cosidetta sinistra hanno fatto mai scelte diverse, pur sgolandosi per i lavoratori ed il lavoro, quando si è trattato di scegliere chi mandare in Parlamento, la scelta è sempre caduta su persone del circolo politico, e mai sugli' appartenenti del mondo lavorativo, e questo penso che sia una riflessione da fare per tutti! Per una volta avreste potuto dimostrare che la pensate diversamente, e che partite dagli ultimi, ma facendo primarie da 3 giorni di tempo per le firme, e da una settimana per la campagna elettorale, non credo che avete fatto la scelta giusta! Non vantatevi in giro che fatte scegliere i candidati dalla gente comune, perché cosi non è. Se proprio volete dire che la possibilità viene data a tutti, fatte raccogliere le firme, tra la gente comune, e non tra gli iscritti, e allora vediamo se i risultati sono gli stessi! Io volevo soltanto partecipare ad una gara pari, dove ognuno può dire la sua, senza nessun "aiuto" dall'alto! Non è stato cosi, ho raccolto poche firme, perché la maggior parte erano già andate via il giorno dopo l'annuncio delle regole(strano eh, la macchina di alcuni è partita prima del via?) e non sono riuscito a prendere tante! Voglio dire una sola cosa: Non voglio essere polemico,(voi mi direte non puoi esserlo, le regole valgono per tutti) e tanto meno ci sono rimasto male, ma non vi sembra che le cose andrebbero fatte in maniere più chiara, per poter consentire a tutti la partecipazione?? Io vivo lo stesso sapete, perché un lavoro io ce l'ho, e mi da soddisfazioni che voi non immaginate neanche, perché forse sono basate sul merito, e non sulla conoscenza o meno di questo o quel potente politico, ma voi avete perso un'occasione d'ora per poter dire che siete diversi degli altri,oltre al fatto che dovreste pensare che alle elezioni vere e proprie, dovrete spiegare in qualche modo alla gente, perché pur non volendo coinvolgere la gente normale andate a chiedergli il voto! Non vi pare? Nicola Irimia orgogliosamente operaio metalmeccanico!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog