Cerca

PER FAVORE RISPARMIATECI LA FARSA

Credo che sia ora di dire basta con questa ridicolaggine dei marò che tornano a casa per Natale e recitano il discorso di circostanza. I nostri diplomatici saranno stati bravi, ma, per pietà, questa pantomima risparmiatecela. Abbiamo perso ogni dignità e forse non l'abbiamo mai neppure avuta. La nave su cui si trovavano i nostri due soldati era in acque internazionali e non avrebbe mai dovuto consegnarsi alle autorità indiane. Consentendo ad estranei di prendere possesso di un mezzo della marina militare italiana per perlustrarla abbiamo permesso a un Paese straniero di violare la nostra sovranità, perché la nave rappresentava territorio italiano. E' come se ci fossimo messi in posizione per farci ispezionare in quel posto là. La realtà è che siamo delle nullità e tutto il mondo lo sa e ci deride. A ragione, direi. La nostra sovranità è inesistente e lo prova la continua violazione delle nostre acque territoriali da parte di migranti da tutto il mondo. E' in atto l'arrembaggio. L'Italia è terra di nessuno. Chi vuole se la prende. Prendiamo atto della realtà e, per favore, risparmiamoci la farsa. Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog