Cerca

non si vive di solo rigore

NON SI VIVE DI SOLO RIGORE. Non occorre masticare di “calcio giocato” per capire che l’arbitro non può condurre una partita ,fischiando soltanto “rigori”. Perfino le reti delle porte potrebbero crollare ,indignate piu’ degli “indignados” di Spagna. Purtroppo,in Italia,dopo la caduta del governo tecnico presieduto dal pofessore Monti , il proclama di quest’ultimo ( definito “agenda”per i patiti di calendari) malamente echeggia l’evangelico”lasciate che i bambini vengano a me”,con la insignificante differenza che ,nella politica corrente,i bambini hanno preso il posto di “centrini”non meglio identificati. Potrei continuare a sciorinare la scontata terminologia del “passo” indietro,di quello in avanti,della politica verso l’alto ( senza allusione alle vette dei monti),del populismo imperante,del grillismo in antitesi con il partitismo,del vetero comunismo superato dal renzismo rottamatore ed innovatore,del berlusconismo(dato per estinto), risorto da una morte apparente nel moderatismo dilagante, dall’oggi allo “tsunami”…… No, mi rifiuto di usare lo “stalking”contro la lingua Italiana, e mi limito,con pudore,a ricordare che il giro delle parole e delle poltrone,hanno portato il reale popolo povero di milioni e milioni di cittadini italici alla più disperante delusione globale. Al rigoroso dovere dei governanti di inginocchiarsi davanti alle esigenze di un paese ridotto al punto di preferire la morte fisica al disonore e di risolvere, in concreta umiltà , i bisogni fondamentali di una società dolente ,la classe politica che conta continua a processare vanamente il suo passato e rimanda il presente al futuro di chi verrà . Dott. Romano Dolce.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog