Cerca

Uno msolo è chiamato, gli altri, al massimo, sono eletti (o nominati?)

La durata di poco più di un anno , fino alla scadenza (ora anticipata) della legislatura, dell’incarico non ha certamente messo Mario Monti nelle condizioni del capo del governo di un paese normale, in cui chi si insedia al potere se e quando impone sacrifici ai cittadini si riserva di dimostrare , entro la scadenza del mandato conferitogli , che ne è valsa la pena. Non ha avuto il tempo(5anni) che, invece, il suo predecessore (comprensibili le difficoltà che incontrino ad intendersi , difficile , invece, comprendere come abbiano potuto farlo per 13 mesi) ha sprecato negando , insieme alla Lega ,l’ evidenza stessa della gravità della situazione in cui ha condotto il Paese. Ma evidentemente Mario Monti , sfiduciato dal partito del suo predecessore, ha preso sul serio la sfida in cui l’ha coinvolto il presidente Napolitano e ci ha preso gusto : ma è conscio che l’impopolarità dei provvedimenti che ha adottato rende poco opportuno un suo ingresso in politica. A differenza di generazioni di politici che , pur facendo il possibile per essere investiti delle più svariate cariche, puntualmente si presentano all’opinione pubblica dicendo di esservi stati chiamati (da autorità varie,amici…), Monti ha deciso di voler essere effettivamente chiamato non direttamente dagli italiani (eventualità in netto contrasto con la natura della nostra repubblica, parlamentare ) ma dalle forze politiche che li rappresentano in Parlamento. Da qui finalmente il materializzarsi di un programma di governo , più pragmaticamente degradato ad agenda crediamo quinquennale , che insegue gli italiani “sopravvissuti” dai tempi del sorpasso di metà degli anni Settanta del Pci di Berlinguer sulla Dc avvenuto proprio sull’onda del “programma” . Quasi che non fosse normale che una persona che si rende disponibile nel caso di Monti (o si candida nel caso di Berlusconi e Bersani) a gestire le faccende nostre di noi cittadini e del nostro Paese sulla scena internazionale sino al 2018 spiegasse per filo e per segno come intende farlo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog