Cerca

Perchè lascio il PDL

Eg. Del Pietro, sono un iscritto al PDL da numerosi anni e lascio a malincuore oggi questo partito per le recenti intemperanze di Berlusconi e mi meraviglio che persone serie ed oneste che ancora credono in questo partito debbano dare ancora seguito a questa persona che pare abbia perso ogni contegno paragonandosi come estremismi peggio di Vendola. Le ragioni? Eccole. 1- Non può mettersi contro tutta l'Europa e contro la Merkel affermando di essere non "sopportato" ma "temuto" per le sue competenze in economia al di sopra di tutti......(ridicolo) 2- Non può parlare benissimo di Monti ieri sera ed eleggerlo paladino dei moderati ed il giorno dopo (visto che non vuole dipendere da Berlusconi) dirne peste e corna...(incoerente) 3- Non si può oggi parlare male del governo Monti e che ha sbagliato tutto quando fino ad oggi tutte le scelte prese sono state votate sempre dal PDL.....(inaffidabile) 4- Non è credibile il fatto che prima di Monti tutto andasse benissimo e dopo di lui malissimo. Dovreste spiegare agli italiani allora perchè Berlusconi si era dimesso con lo spread a 550. 5- Non è credibile pensare che bastino alcune decine di ore il TV di Berlusconi per "riprendere" un fantomatico 40%, è come vivere nel paese dei balocchi. (illuso) 6- Non si possono esaltare i valori di famiglia e lavoro da un premier che si "spupazza" pubblicamente una di 47 anni più giovane. (indecente) 7- La modestia fa parte anche delle qualità di un leader (vero) e le ultime sparate di discesa in campo di Berlusconi rispetto alla "salita" di Monti poichè era "inferiore" sono penose. (immodesto e montato) 8- Ha reso un partito all'apparenza democratico in una dittatura di un "imperatore" ridicolizzando il buon Alfano facendolo diventare il suo "cagnolino" che deve abbaiare solo a suo comando. (mania di grandezza) 9- Proposte innovative per il paese impresentabili facendoci uscire dall'Europa e da avvicinarci alla repubblica di Waimar. All'infuori di togliere l'IMU non ho avuto altre risposte. Eg. Del Pietro, lei che è una persona ascoltata e posata, risponda a queste domande o cambi per onestà testata giornalistica visto che è il "padrone" che detta gli articoli. Un cordiale saluto di buon anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog