Cerca

un pensiero per BERLUSCONI.S

Siamo un gruppo di persone con uno scopo comune: contribuire alla realizzazione di una società più giusta. Crediamo che ogni individuo abbia il diritto ad una vita dignitosa pertanto portiamo avanti il progetto del “piano Candela” per un welfare diverso. STRALCIO DAL PIANO CANDELA PIANO DI SOSTEGNO STATALE PER LA RIPRESA ECONOMICA L’idea alla base del piano elaborato dall’associazione Pro Benessere Comune si sviluppa come segue: lo Stato, attraverso il sistema bancario e/o postale, eroga mensilmente ad ogni cittadino italiano, residente e maggiorenne, un contributo di € 500 mensili, su carta di credito da destinare esclusivamente al consumo e da spendere durante l’anno. Questa operazione crea ricchezza e ripresa economica e lo Stato rientra di tutti i soldi erogati. Inoltre, con una maggiore equità sociale e con un maggiore impegno si potranno eliminare molte altre voci di spesa e abbattere parte del debito pubblico. LA MIA "I. D. E. A." PER SALVARE L’ECONOMIA: I - Incrementare i consumi D - Diminuire il debito pubblico E - Eliminare la povertà A - Abbassare le tasse. Sembrerebbe un sogno - eppure è realtà - è più facile dell’uovo di Colombo (o Brunelleschi). Sono state scritte milioni di pagine sul reddito di cittadinanza, ma nessuno dà una soluzione, forse perché politici, giornalisti e caste non lo vogliono. Ma ora che le Istituzioni sono state commissariate é il momento di portare avanti questo progetto per un'Italia migliore. Per erogare il contributo di 500 euro mensili occorrono circa 240 mld di €. Ebbene il totale dei redditi che i cittadini italiani hanno dichiarato nel 2010 e’ stato di circa 800 miliardi di euro; l'IRPEF che lo stato ha incassato è stata di circa 140 miliardi di euro. Ipotizziamo di eliminare tutte le detrazioni e deduzioni e di applicare una tassazione media del 30% sull’imponibile, si otterrebbe un introito da parte dello Stato di circa 240mld.€. Per effetto degli aumenti di consumo si otterrebbe, inoltre, un aumento di reddito e quindi un aumento di tassazione, maggior introito da iva e addizionali varie. Ed ancora si recupererebbero circa 40 mld. € dai LEPS (somme che lo stato eroga per la lotta alla povertà). Ma vi è di più, per effetto del contributo erogato, si introiteranno diverse decine di miliardi di euro dall’eliminazione delle pensioni di invalidità e pensioni sociali (visto che vengono erogate a chi ha un reddito inferiore a € 4.000); non occorrerebbe più la cassa integrazione speciale e verrebbero comunque tassati anche i redditi minimi fino a 8.000 €. Questo vuol dire risorse per abbattere parte del debito pubblico e approvare una finanziaria che distribuisca ricchezza e non tasse. Il progetto “I.D.E.A.” porta avanti i valori di solidarietà, libertà, pace, uguaglianza e dignità della persona, principi che ispirano la nostra Costituzione Repubblicana. Oggi è venuto a mancare l’anello di congiunzione tra il Cittadino e le Istituzioni, anche perché chi ci rappresenta è sempre più lontano dalla realtà della vita di tutti i giorni a causa di guerre interne di potere, interessi personali, corruzione e nepotismo. Chi detiene il potere è lontano dai problemi che attanagliano la nostra società, fatta di stipendi inadeguati al costo della vita, aumento incontrollato dei prezzi, emarginazione intellettuale, spopolamento dei piccoli centri urbani in nome di uno sviluppo sempre più discriminante. E’ ORA DI FINIRLA! Basta con le tasse che comprimono i consumi e aumentano le povertà. Il progetto “I.D.E.A.” e’ stato sperimentato sul campo e ha ottenuto più dell’80% dei consensi, OCCORRE SOLO CHE INSIEME COSTRUIAMO QUELLA FORZA PER

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog