Cerca

Il Fisco ci spia 128 volte ma non trova gli evasori - il paradosso del fisco -

Da Liberoquotidiano. Il mio caso. Per tre anni consecutivi il fisco mi ha mandato avvisi di accertamento . Il primo anno €. 27,00 circa, mi sono recato presso l’Agenzia delle Entrate che non mi ha saputo dire perché dovevo pagare, ma dovevo pagare e basta!, sono tornato a casa ho controllato il 730 e non ho trovato discordanze, sono tornato nell’Agenzia delle Entrate ho detto quanto dovevo ad altro funzionario (il primo mi ha strategicamente evitato), dopo circa 10/15 minuto di smanettamento sul suo computer, il funzionario mi ha confermato che non dovevo nulla; il secondo anno mi è stato contestato l’imposta di registro del contratto di locazione, che avevo regolarmente pagato alla stipula e successivamente annualmente, ho telefonato (nessuna risposta concreta), ho scritto una E-mail certificata all’agenzia (nessuna risposta), mi sono recato presso l’agenzia ho presentato le mie ricevute di pagamento dell’imposta che sono stati acquisiti, quando sono tornato a casa ho trovato la risposta certificata del’agenzia – ero in regola, anche la mia consorte ed il locatario (tutti avevamo ricevuto separati avvisi di accertamento); il terzo anno avviso di accertamento, venivano contestati oltre €.500,00 di spese detraibili e deducibili, ho dimostrato che le spese erano coerenti e documentati, il funzionario ha contestato che il mio coniuge non aveva presentato la dichiarazione, gli ho esibito la copia del 730 che mi ha rilasciato il CAAF dove risultava che il mio coniuge era dichiarante, lo stesso mi ha imposto di ripresentarmi con la documentazione (cud e spese) quando sono tornato all’agenzia con i documenti sono stato dirottato allo sportello. Non ho avuto risposte, sono tornato nell’Agenzia ho preteso di parlare con il funzionario preposto ed ho esibito la mia documentazione, dopo conciliabolo del funzionario con il suo capo è risultato solo una detrazione di circa €.50,00 (cinquanta,00) non coerente, ho pagato ed ho chiesto il rimborso al CAAF che aveva sbagliato l’imputazione, il CAAF mi ha rimborsato la penalità con bonifico. La montagna ha partorito il topolino. Chi evade milioni di euro viene sottoposto a questo calvario? Quante persone di basso ceto hanno ricevuto accertamenti ed hanno pagato perché non hanno dimestichezza con i conti della dichiarazione? A me risultano tanti. Ho fatto dei pagamenti a mezzo bonifico, non ho ricevuto la fattura, dopo oltre un anno ho segnalato questo all’Agenzia delle Entrate ed all’ufficio tributi del comune di residenza, non ho ricevuto nessuna comunicazione (le mie segnalazioni sono andate a buon fine o cestinate?)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog