Cerca

non rinunciamo alla libertà

Egregio Direttore, ritengo che l'ossessivo annuncio di una lotta spietata all'evasione fiscale nasconda secondi fini, come il controllo a 360 gradi della vita privata degli Italiani.L’entrata in vigore del nuovo redditometro ci toglierà definitivamente la libertà di organizzare il nostro tempo libero e di spendere come vogliamo i pochi soldi che sopravvivono ad una pressione fiscale elevatissima. Saremo chiamati a rendere conto di ogni spesa e complice l'abolizione del contante saremo schedati, spiati e dominati da un'entità superiore che conosce tutto di noi anche le più intime abitudini. Difficilmente poi le nostre giustificazioni saranno accettate da chi riceve premi e incentivi se le respinge Con l’intoccabile e sacra motivazione di lottare contro l’evasione si entra nei conti correnti, se ne verifica quotidianamente la disponibilità, usufruendo così di un quadro particolareggiato e totale dei risparmi degli Italiani, al fine di impadronirsene attraverso patrimoniali e tasse motivate dagli impegni presi con l’Europa. Non riesco a capire la motivazione per cui gli Italiani accettino supinamente di rinunciare alla propria libertà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog