Cerca

Perchè gli Italiani non amano più l'auto?

Gentile Direttore, l’attuale Presidente del Consiglio in carica per il disbrigo degli affari correnti include tra le sue prodezze quella di avere completamente affossato il settore auto. Anche la rivista Quattroruote del mese di ottobre 2012 lo rappresenta tramite un fotomontaggio mentre sta stritolando un’automobile. Gli ingredienti utilizzati sono stati appostamenti e imboscate finalizzati ad accertamenti fiscali nei confronti di chi aveva la grave colpa di guidare una vettura di grossa cilindrata, anche se usata e di scarso valore, poi superbollo e aumento delle accise sul carburante, quindi la volontà di considerare la vettura come primario indicatore di reddito, soggetta a spesometri e redditometri. L ‘ acquisto dell’auto è stato per oltre un secolo un evento piacevole da vivere e ricordare ma la gente, intimorita da continue minacce, lo considera oggi qualcosa di angosciante che promette un futuro pieno di guai. Così per merito del “salvatore dell’Italia” siamo tornati ai livelli di vendita degli anni sessanta con chiusura di concessionarie e perdita di posti di lavoro. Ora c’è chiedersi come mai un uomo, che tanto ha fatto contro l’automobile e se riconfermato, renderà probabilmente il panorama motoristico Italiano simile a quello dell’ Unione Sovietica degli anni sessanta, annovera fra i suoi più grandi estimatori il Presidente della Ferrari e l’amministratore delegato della Fiat.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog