Cerca

C'era una volta il super tecnico Martinez de Hoz

C’era una volta, in Argentina un economista, assai noto e di fama internazionale, grande amico dei banchieri nord- americani, del F.M.I, del clero e della massoneria, Martinez de Hoz che venne chiamato come tecnico a ricoprire la carica di Ministro dell’economia nelle giunte militari che si susseguirono in Argentina dagli anni 70 sino ai primi anni 80. Attuò la politica del “ taglio dei rami secchi “ nell’ecomia , ma non si accorse che tagliando i rami era giunto fino alle radici dell’albero con conseguenze devastanti per l’economia nazionale. Aveva decretato il congelamento generale dei salari e delle pensioni e istituìto una maggiore imposta sul valore aggiunto, facendo così crollare la propensione al risparmio e consumo , con la conseguente chiusura di gran parte delle attività commerciali ed artigianali del paese Si creò una massa di disoccupati per la chiusura di attività industriali non concorrenziali sul mercato internazionale poiché si ubbidiva, esclusivamente, alle direttive del Fondo Monetario internazionale Quando oramai l’Argaentina era nel defoult , tasso d’inflazione al 32% mensile ( non si stampavano più ne francobolli, ne listini prezzi) il costo per un caffè ed una brioche era di un milione di pesos, una mattina, nel lontano 1982, lessi sul quoditiano di Buenos Aires il Clarin, che il super tecnico Martinez de Hoz era stato, finalmente, arrestato per le conseguenze della disastrosa politica economica da lui attuata per circa un dcennio. Qualche analogia a super tecnici nostrani e chissà se il Presidente Monti, a quei tempi ,tifava per il suo omologo argentino ?. Aristarco

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog