Cerca

SANGEMINI

Sono un amico di un lavoratore Della Sangemini spa stanco di sentire dei continui giochini fatti dalla regione Umbria, dai sindacati, dal comune di Sangemini e dalla provincia di Terni tutti coalizzati per svendere il marchio Fabia all'attuale proprietà dello stabilimento fregandonese delle conseguenze. Storia: la proprietà della sangemini chiede alla regione il marchio della Fabia, la regione umbria gli dice di si ma in cambio vuole l'assunzione di una trentina di persone e una bella mazzetta. La proprietà aumenta i volumi di un'acqua da discaunt dove sa bene di guadagnare ben poco ma questo gli giustifica l'assunzione delle persone. I sindacati sono contenti perchè si mettono in tasca un bel po di soldi. Dopo che la proprietà diventa padrona del marchio fabia imbottiglia l'acqua dove più gli conviene e successivamente tira fuori i documenti che dimostrano che l'acqua da discaunt non gli fa guadagnare un soldo e perciò diminuisce drasticamente i volumi gettando lo stabilimento dell'acqua di sangemini in crisi e con una trentina di esuberi. Vomitiamo addosso a questi sindacati schifosi e a questo branco di politici di merda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog