Cerca

Semplice cronaca Nazionale

E' cronaca nazionale. In Calabria,tale G.C.,dipendente dell'Agenzia delle Entrate,rifiuta qualsiasi attività lavorativa per un intero anno,dall'ottobre 1998 a ottobre 1999. A inizio anno 2000 il dipendente riceve una sanzione disciplinare. La Corte d'Appello e poi la Cassazione,dopo dodici anni dichiarano l'illegittimità della sanzione,perchè i superiori del tale avrebbero dovuto agire subito,senza attendere oltre un anno. L'impiegato ha diritto al rimborso di 3050 Euro,perchè " nonostante l’inadempienza di G. C. fosse acclarata dal tale stesso,il quale aveva chiesto al suo datore di lavoro di dirgli cosa dovesse fare,con ciò dimostrando di non compiere alcuna attività". Il commento del cittadino contribuente : siamo costretti a godercele entrambe,la Pubblica Amministrazione che assume dipendenti che non servono,e la Giustizia,che tutela i fannulloni,ad onta di Brunetta. Poi,un auspicio : che,dopo aver intascato i suoi poco sudati "Euri",il tale vada,eventualmente altrove,finalmente a lavorare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog