Cerca

chi e´´ causa del suo mal

Una volta credevo anch´io che tutti gli uomini fossero uguali ,che tutti avessero gli stessi diritti compreso il detenuto.Sono cresciuto da povero, ho vissuto lavorando e rinunciando, ho creduto in una Patria che oggi mi si rivela sempre piu´ matrigna,una Patria che pur vantando in Europa non si sa quanti corpi di polizia(polizia ,carabinieri, guardia di finanza ,forestale, polizie municipali ,provinciali e non so se anche regionali,non riesce ad estirpare con poche ,efficienti ,draconiani comportamenti di giustizia efficace la grande piaga dei furti nelle abitazioni, delle micro rapine delle violenze quotidiane subite ad opera di fecciaglia giunta dai paesi dell´est e dal nordafrica. Ho subito due furti in pochi mesi, mi e´stato rubato quanto di piu´ caro lasciato a me e a mia moglie dai nostri avi, mi sono stati rubati i ricordi dei giorni piu´ belli vissuti dai miei figli la polizia oltre a farsi burocratico notaio di questi delitti alza le spalle impossibilitata a difenderci per mancanza di mezzi ,di uomini, e di motivazioni, scoraggiati da inutili fatiche di sisifo per accalappiare gentaglia che regolarmente poi rivedono in giro dopo qualche giorno e che spesso dovrebbe essere rispedita a calci nel sedere nel loro Paese di provenienza.Pertanto siccome dopo un furto che ha ridotto la mia casa a un letamaio ,mia moglie ad un vegetale che passa le sue giornate seduta e fissando inespressivamente le pareti demotivata in tutto ,ho DECISO di togliere il disturbo e di andarmene a vivere in Germania Paese di origine di mia moglie(ove guarda caso lo Stato ancora esiste!) e mi creda signor Andraus che di come stanno i detenuti in carcere a questo punto non me ne frega nulla :a loro tolgono la liberta, a me loro hanno tolto tutto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog