Cerca

Sentenza della Cassazione

Signor Direttore, Non è esatto dire che la Corte di Cassazione ha dato il via libera per l’adozione alle coppie omosessuali. Il fatto nasce da una sentenza che respinge il ricorso di un immigrato musulmano che vive a Brescia. La Corte d’Appello bresciana, il 26 luglio 2011, aveva affidato in via esclusiva alla donna il figlio minore, naturale, che lui aveva avuto dalla sua ex compagna, I. B. L’uomo faceva anche presente che la sua ex era andata a vivere con una assistente sociale della comunità per tossicodipendenti nella quale, anni prima, era andata a disintossicarsi la madre del bambino conteso. Secondo l’uomo era dannoso che il minore fosse educato in un contesto omosessuale. Ma la Suprema Corte gli ha fatto presente che era stato proprio lui, con la sua condotta violenta nei confronti della compagna della sua ex, ad aver provocato una reazione di turbamento nel minore dal quale, per di più, si era allontanato quando il bimbo aveva appena 10 mesi.Dunque il bambino ha un padre naturale, certo e conosciuto, una madre naturale che lo cresce e quindi non si tratta per niente di “adozione” né “affido” ad una coppia omosessuale.Le coppie omosessuali maschili che vogliono un figlio devono pagare un “utero in affitto” che farà un bambino e poi sparirà per sempre dalla vita del bimbo. Una coppia omosessuale femminile deve ricorrere al seme maschile anonimo per avere un bimbo con fecondazione artificiale oppure con inseminazione artificiale, e quindi il padre naturale rimarrà per sempre sconosciuto. Non è una questione religiosa o morale affermare con certezza umana, che molte ricerche scientifiche convalidano, che un essere umano ha il diritto di conoscere e sapere chi lo ha generato.Questo sì è un "diritto". Inoltre non è sufficiente dire a un bimbo che gli si vuol bene (ci mancherebbe altro che non fosse così!)perché la sua crescita e la conoscenza intellettiva, emotiva, affettiva hanno bisogno della relazione d’amore fra un uomo e una donna.E’ vero che molte mamme(e anche padri) sono single o vedove, che molte nonne o zie o nonni crescono un bimbo senza genitori, ma lo fanno perché non c’è altra soluzione e non perché è la stessa cosa.Per capire meglio chiediamo ad un bimbo se vuole una mamma e un papà oppure ….!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog