Cerca

la bellezza del lavoro

L’Italia è riuscita a non affondare nonostante lo abbiano tentato in tutti i modi i nostri governanti, hanno cercato perfino i “tecnici” e quasi ci sono riusciti, ma alla fine è emersa una realtà sottaciuta da tanti : siamo un grande e orgoglioso paese manifatturiero. Non c’è niente di male in questo, anche se i finanzieri ed i finanziari vogliono farci credere il contrario, siamo gente che pensa col cervello mentre lavora con le mani : e non c’è operaio cinese che possa competere in questo. Perché questa tradizione continui, è indispensabile che i nostri industriali smettano di giocare al piccolo finanziere e smettano di farsi allettare da tecnici che non sanno cosa vuol dire lavorare. Sono necessari interventi di alleggerimento della burocrazia ( gente che vive alle spalle di chi produce ) però non bastano neppure leggi più chiare e imposte meno asfissianti. Bisogna mostrare la bellezza del lavoro e farla capire a chi ci seguirà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog