Cerca

1984

Il grande fratello fiscale italiano si sta avvicinando sempre più all'orrore del grande fratello di Orwell. La prossima mossa sarà, come nel finale del libro, l'obbligo per il cittadino rovinato dal fisco e da equitalia di esclamare: "Io AMO l'agenzia delle entrate!" Così finalmente chiuderemo il cerchio ed il regime potrà essere fiero di aver distrutto il fantomatico "evasore ignoto", alibi di ogni governo per le sue nefandezze ed incapacità. In attesa di ciò il redditometro avanza; non ha nè babbo nè madre, non piace a nessuno, tutti dicono che è ingiusto ed assurdo. Ma guarda caso nessuno lo stoppa, e lui va, libero di far danni. E che danni! Infatti, oltre al non piccolo particolare che andrà a colpire a vanvera statisticamente ignari cittadini rei di spendere i propri soldi come più gli piace, il redditometro è un terribile strumento per scoraggiare i consumi. Quanti penseranno se sarà "congruo" comprare una nuova macchina o la casetta per il figlio, un nuovo televisore o un motorino, prima di passare all'acquisto? In una fase di crollo dei consumi (con tutto ciò che ne consegue) introdurre anche questo redditometro è demenza pura, peggio, criminalità sociale. Ricordiamocene nelle urne, a breve.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog