Cerca

comune di milano,bare di cellulosa,precisazioni

stim.mo dr. maurizio belpietro,a proposito dell'articolo apparso sul vs. quotidiano in data 18 c.m.titolato "per l'ultimo viaggio il comune (milano) ti dà una scatola",vorrei fare alcune precisazioni.la società che rappresento ha ottenuto il decreto ministeriale per produrre bare in cellulosa definite "bare ecologiche" per il valore aggiunto al risparmio energetico ed ambientale,mantenendone costantemente l'attenzione sulla presentabilità estetica.l'obbiettivo è stato ottimamente raggiunto superando in alcuni casi le bare classiche in legno,inoltre, allineamento con il resto d'europa da sempre commercializzate.non solo, ma superando tutti i test richiesti dal ministero della salute, cosa mai accaduta per le legno.il manufatto è totalmente di ns. produzione italiana, fornito su il territorio nazionale es. dai comuni di padova venezia, milano,ravenna,bologna,firenze ecc.veniamo ai fatti.la ditta appaltatrice fornitrice dei cosi detti funerali gratuiti per la città di milano,ha consegnato bara ecologica grezza e non rifinita mortificando ed offendendo i dolenti.le grezze non rifinite,vengono solitamente commercializzate per i resti mortali,come soventemente succede anche con le bare in legno.desidererei quindi,che,la sig.na marianna baroli titolare dell'articolo,faccia le dovute pubbliche precisazioni,affinchè non svilisca il manufato in oggetto, ma anzi,che ne colga il valore ambientale, inoltre, invito la redazione a visitare il sito della scrivente,portatrice di soluzioni igenico sanitarie nei cimiteri italiani, veri depositi unici al mondo, di centinaia di migliaia di tonnellate di carne umana indecomposta, vera vergonga planetaria.con stima e sempre vs. affezionato lettore, pasquale coccato a.d.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog