Cerca

Pronto, Bersani ?

Bersani, ci sei ? Ti sto chiamando dal fondo del precipizio. Si, proprio quello che tu e il tuo amico Monti non avete fatto altro che dire che eravamo seduti sul suo bordo. Non sono solo, anzi devo dirti che sono in buona compagnia, anche se questo fondo somiglia molto ad un girone dell’Inferno di Dante. Ci sono almeno 600.000 (seicentomila) edili che in pochissimo tempo hanno perso il lavoro grazie alle lungimiranti politiche che avete fatto in tema di sviluppo dell’edilizia. Poi ci sono i cosiddetti “esodati” e sono anche loro centinaia di migliaia, quelli che avevano fatto accordi con le imprese per andare in pensione in base a leggi esistenti e che da un giorno all’altro si sono trovati senza lavoro, senza stipendio e senza pensione. Ti ricordi di loro, vero ? Ma il numero esatto lo conosci, visto che il ministro ha dato i “numeri” più stravaganti ? E’ molto affollato quaggiù. Ci sono i pensionati che si sono visti negare la giusta rivalutazione in base all’inflazione anche se questa cresce in modo inarrestabile. Ma tu, Bersani, hai idea di come vivono i pensionati in Italia ? Lo sai che abbiamo le pensioni più basse d’Europa e sono le uniche ad essere tassate ? Che paghiamo il 33% in contributi mentre negli altri Stati si arriva a poco meno del 20% ? Non lo sai ? E dove vivi ? Il 40% dell’intero gettito IRPEF è pagato dai pensionati. In Germania, in Francia, in Inghilterra ecc. non si paga un soldo di tasse sulle pensioni a meno che non siano Super Pensioni, ma noi abbiamo le più basse anche se ci sono personaggi ,che ancora cercano di stare a galla, che prendono un sacco di soldi, e tu li conosci bene. Più avanti, in questo fondo , ci sono circa 800.000 giovani che speravano di trovare uno straccio di lavoro e che ormai girano invano a vuoto visto che avete condannato gli anziani al lavoro forzato per altri sei o sette anni. E così, con un formidabile colpo di mano, avete fatto in modo che i giovani possano sperare di trovare un lavoro solo in età avanzata con il duplice risultato di fargli avere una pensione da fame dopo una vita di sacrifici e di dargliela il più tardi possibile. Ti ho accennato dei lavoratori condannati al lavoro forzato, sono tanti. Erano ad un passo dalla pensione, pensavano di potersi godere giustamente gli anni che restavano da vivere, pensavano di avere dato tanto e che era venuto il momento di cedere il posto ad un giovane . Illusi, siete arrivati voi con quell’inutile, saccente, arrogante e presuntuosa maestra e avete distrutto tutto. Avete RUBATO la dignità, la speranza, il futuro a migliaia di lavoratori e lo avete fatto in una notte come un qualsiasi ladro. Ancora più avanti ci sono gli altri giovani e sono tantissimi. Anche loro disoccupati e con poche speranze. Poi ci sono i commercianti che ogni giorno chiudono la loro attività perché non riescono a sopravvivere. Più avanti alla fine, c’è il cimitero dove ogni giorno vengono seppelliti migliaia di posti di lavoro, aziende fallite, attività commerciali defunte ecc. In fondo, ma proprio in fondo si vede una luce, molto fioca. Non è quella della ripresa che andava farneticando il tuo amico professore, è quella della speranza che si sta spegnendo. E non c’è nessuno, dico nessuno che ha una sola idea di come farla tornare a risplendere. Dovresti scendere quaggiù per renderti conto del disastro che tu e il tuo “amico” Monti avete combinato. Ti ricordi quando dicevi : bisogna appoggiare Monti senza se e senza ma ? E adesso ? Che fa il tuo amico Monti ? Dice che SALE in politica. Scusami ma ho la vaga impressione che ti abbia preso per il culo. Dici di no ? Che dopo le elezioni vuoi interpellarlo ? Bravo, si fa così !!! Tutti quelli che si trovano qua sotto hanno nella loro mente un comune denominatore: sono INCAZZATI NERI contro di te, contro il governo Monti e tutti quei parassiti che vivono e sguazzano nel Palazzo. Continua così e illuditi pure di uscire vincitore alle prossime elezioni. Parla pure di stupidaggini senza senso e senza toccare i reali problemi della società, parla pure di formule, di matematica, di coalizioni, fai come se questi 13 mesi non siano mai esistiti ma stai sicuro che nessuno dimenticherà quello che hai fatto con tutti i tuoi amici professori. Lo so tu vivi nei piani alti, non senti il “profumo” della povertà che ha toccato anche il ceto medio, di quello che è rimasto. Non senti i sacrifici che la gente normale fa ogni giorno, che non arriva alla seconda settimana del mese (ti ricorda qualcosa questa frase ?). Non hai la più pallida idea di cosa sia la disperazione. Forse è per questo che hai accettato che si comprassero aerei da guerra e sommergibili per svariati miliardi o che si sono dirottati circa 4 miliardi per salvare il Monte dei Paschi ? Eh si ! perché da noi quando una banca va bene i dividendi se li spartiscono i soci mentre se le cose vanno male paga Pantalone. Un’ultima cosa: il tuo amico dice che “non bisogna dare l’Italia a degli incapaci”. Si potrebbe essere d’accordo ma non bisogna dimenticare che nel governo tecnico appena defunto di incapaci ce n’era un discreto numero, basti vedere lo show degli esodati. Tu come pensi di considerarti ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog