Cerca

PERIZIA SPONTANEA di CITTADINO Elaborata su ANALISI DATI STUDIO SENTIERI - ILVA TARANTO : Taranto è

Gent.mo Direttore Belpietro, invio anche a lei la Perizia di Cittadino ( io ) inviata al Tribunale di Taranto sul Problema Ilva ( inviata anche a Pres. Monti, Pres. Napolitano, ecc.: Ill.mo Sig. Presidente del Consiglio Sen. Mario Monti Ill.mo Sig. Ministro dell'Ambiente On.le Corrado Clini Ill.mo Sig. Ministro della Salute On.le Ministro Renato Balduzzi Ill.mo Sig. Ministo dello Sviluppo Economico On.le Corrado Passera Invio anche a Lei, ed ai Sig. Ministri interessati al problema, copia della mia PERIZIA SPONTANEA di CITTADINO Elaborata su ANALISI DATI STUDIO SENTIERI - ILVA TARANTO - Taranto è al 83° posto per indice Mortalità Maschi, Vedi Tabella 4 - Taranto è al 73° posto per indice Mortalità Femmine, Vedi Tabella 5 - Taranto è al 78° posto per indice Mortalità Machi e Femmine, Vedi Tabella 6 inviata in data 18-01-2013 al Tribunale di Taranto, Ella ed i Ministri di Competenza, interveniate Urgentemente per il Problema Serissimo dell'ILVA di Taranto, perchè si Risani nella Continuità Produttiva. Che si Ritorni a Taranto, in un Progetto Complessivo, 1 Miliardo l'Anno per 10 anni, parte degli Introiti Fiscali provenienti da Taranto ( anche quelli che sono compitati a Milano in presenza della Sede Legale ILVA in quella Sede, ma realmente Prodotti al 90% a Taranto ) .. Nell'Immediato che si Militarizzi lo Stabilimento per consentirne la Continuità Produttiva, e si avvii il rilancio, con una Legge Speciale per Taranto, la cui Proposta Allego. Per Esempio nell'Immediato, per dare una Risposta Concreta, si Dovrebbe Realizzare entro poco più di un anno, un Nuovo Quartiere per 7.000 alloggi, dove Trasferire gli Abitanti del Quartiere Tamburi: Il costo sarebbe di circa 1 Miliardo ( compreso nel " Progetto Taranto " ) . Nel Frattempo bisognerebbe trasferire immediatamente, dal Quartierein in zone più salubri, Puerpere e soggetti Deboli della Popolazione interessata. Il tutto tenendo comunque presente che la Mortalità a Taranto è inferiore a quella di oltre 70 province Italiane, come da me esposto nella Perizia Volontaria sotto riportata e dettagliata negli allegati. Nel Ringraziare Lei ed i Ministri, per quanto di Fattivo RIuscirà a Fare, Invio Distinti Saluti Per. Ind. Giacomo Dalessandro CTU del Tribunale di Taranto dal 26/05/1981 N.ro iscriz.: 622 http://www.italia3milllennio.eu/ www.engineering-online.eu/ www.consulenteambientale.eu/ www.cristo-re.eu/ www.cristo-re.it www.maria-tv.eu Per la s. messa di oggi su YouTube al link : http://youtu.be/oWzo_BVoeGc www.facebook.it vai al canale digitando: dalessandrogiacomo1 2012-04-21 NATALE di ROMA 2765 Anni dalla FONDAZIONE di ROMA AUGURI a TUTTI NOI ITALIANI ----- Original Message ----- From: studiotecnicodalessandro@virgilio.it To: procura.taranto@giustizia.it ; pg.taranto@giustizia.it Sent: Friday, January 18, 2013 12:59 PM Subject: PERIZIA SPONTANEA di CITTADINO Elaborata su ANALISI DATI STUDIO SENTIERI - ILVA TARANTO Taranto è al 83° posto per indice Mortalità Maschi Taranto è al 73° posto per indice Mortalità Femmine Taranto è al 78° posto per indice Mortalità Femmine Spett. TRIBUNALE di TARANTO c.a. Ill.mo PRESIDENTE del TRIBUNALE c.a. Ill.mo Giudice Isabella Todisco c.a. Ill.mo Procuratore Capo Francesco Sebastio Oggetto: PERIZIA SPONTANEA di CITTADINO Elaborata su ANALISI DATI STUDIO SENTIERI - ILVA TARANTO - Taranto è al 83° posto per indice Mortalità Maschi, Vedi Tabella 4 - Taranto è al 73° posto per indice Mortalità Femmine, Vedi Tabella 5 - Taranto è al 78° posto per indice Mortalità Machi e Femmine, Vedi Tabella 6 Gent.mi, il sottoscritto Per. Ind. Giacomo Dalessandro, nato a Taranto il 18/06/1946 , Codice Fiscale DLSGCM46H18L049M , Residente in Martina Franca alla via Alessandro Fighera 35 , Iscritto all'Albo dei Periti Industriali della Provincia di Taranto dal 1979, Iscritto nell'Elenco dei Consulenti del Tribunale di Taranto, avendo preso Visione dei Tabulati dello Studio Sentieri inerenti i dati statistici relativi all'Inquinamento e Mortalità dovuta all'inquinamento ed altre Cause, avendo fatto dei confronti fra le Tabelle Relative alla Città di Taranto e Provincia e quelle di altre Realtà di Città Inquinate Italiane, ha provveduto a confrontare e stilare relative graduatorie, fra i Siti più inquinati esistenti in Italia. Il tutto è stato rielaborato dal sottoscritto partendo dalle Tabelle Ufficiali Esistenti, lavorando con relativo foglio di calcolo elettronico di tipo Excel. Il sottoscritto allega alla presente i relativi foglio di calcolo utilizzati, in formato Excel, Trasformati successivamente in formato PDF. Il sottoscritto sottopone alla Vs. Cortese Attenzione Le conclusioni delle Elaborazioni eseguite, indipendentemente da una analisi medica - epidemiologica di cui il sottoscritto non ha alcuna competenza e che compete ad esperti del merito specifico. Con questa il sottoscritto Non Vuole Togliere Alcuna Giusta Precauzione e Massima Attenzione sul Problema Inquinamento che Realmente Esiste a dagli anni '60 , ma evidenzia che Tale Problema Esiste in Maniera Maggiore in oltre 77 Province Italiane ( PER Indice di Mortalità), dove risultano dei Dati di Mortalità Specifica per Cancro superiore in Percentuale ed Indice di Mortalità Rispetto a Taranto. Allora il Problema va Analizzato in Maniera Capillare prendendo delle Precauzioni Basilari che non possono essere di Azzeramento Industriale della Provincia di Taranto, perché altrimenti andrebbe Azzerata l'Economia di Mezza Italia. E se l'Acciaio non si Produce, crolla il PIL Italiano del 30% , si perdono clienti che se non si consegnano i prodotti si rivolgono alla Merkel ecc., c'è il tracollo Economico dell'Italia peggio della Grecia, e Muore l'Economia della Città di Taranto: ILVA, Indotto, Artigianato, Commersio, Professionisti, Servizi…. Vanno Adottate Invece Subito Misure Tendenti alla Salvaguardia della Salute, Ambientalizzando e Risanando nella Continuità Produttiva, perché Altrimenti senza Risorse Economiche per Disinquinare, Innovare, Curare, Prevenire, Muore Taranto, con Risvolti Drammatici sull'Intera Economia Italiana. La Politica è stata Colpevole per 47 anni, e per Questo il Governo Italiano va Immediatamente Condannato a Risarcire i Cittadini di Taranto con almeno il Ritorno alla Città di 1 Miliardo di Euro l'Anno degli Introiti Fiscali per 10 anni per Adottare tutte le Iniziative e Cambiare radicalmente e Concretamente una Situazione che così some è non ha possibilità di sbocco. Unitamente al Governo vanno accertate le Responsabilità di ILVA per gli anni di Propria competenza, ma anche tutti gli altri inquinatori presenti sul territorio. Entro 1 anno va realizzato un Nuovo Quartiere lontano dell'ILVA dove Trasferire gli Abitanti Vanno Allontanati Subito le Puerpere, i Bambini Piccoli, i Soggetti a Rischio in Ambienti Salubri Vanno attuate tutte le Iniziative per il Risanamento Ambientale, Innovazione Tenologica, Ampliamenti Ospedali SS. Annunziata e Nord per Renderli Eccellence Oncologiche, Prevenzione e Cura, Registro Tumori, Ricerca, ecc.. con 1 10 Miliardi+ Quota Parte ILVA ed Altri Inquinatori. Allego una Proposta di Legge per l'Ambientalizzazione dell'ILVA, la Rinascita di Taranto in uno Sviluppo Sostenibile. Di seguito Riporta i dati dello Studio Sentieri e ISTAT . Risultati delle Analisi dei DATI : I Tumori sono la Prima Causa di Morte in Italia, 29,784% ( 172.208 Morti per Tumore rispetto a 578.192 di Mortalità Generale). La Regione dove la Percentuale è Massima è la Lombardia con il 34,02%, la Puglia è al 13° Posto con il 29,05% , a Taranto dove la percentuale è del 32,70% . L'Indice Percentuale di Mortalità per Tumore su tutte le Cause di Morte per la Prima Provincia, che è Bergamo, è di 36,42 . L'Indice Percentuale di Mortalità per Tumore su tutte le cause di Morte per la Provincia di Taranto, che è al 53° posto in graduatoria decrescente da massima a minima mortalità, è di 29,27 . L'Indice Medio di Mortalità per Tumore su 10.000 per L'Italia è di 28,68 Morti per Tumore su 10.000 abitanti. L'Indice Medio di Mortalità per Tumore su 10.000 per la Prima Provincia, che è Trieste, è di 44,16 Morti per Tumore su 10.000 abitanti. L'Indice Medio di Mortalità per Tumore su 10.000 per Taranto ( al 78° posto in ordine decrescente di pericolosità) è di 25,36 Morti per Tumore su 10.000 abitanti. L'Indice Medio di Mortalità per Tumore su 10.000 per il Rione Tamburi di Taranto, calcolato con le percentuali dello Studio Sentieri, ( al 34° posto in ordine decrescente di pericolosità) è di 31,88 Morti per Tumore su 10.000 abitanti. Si tenga presente che se lo stesso criterio adottato per il Rione Tamburi di Taranto fosse esteso nelle analisi alle città a più alto rischio di Taranto, anche la Percentuale del Rione Tamburi migliorerebbe notevolmente in classifica. E' Importante Realizzare uno studio approfondito delle Cause, che non sono solo quelle dell'Inquinamento Atmosferico, nè solo dovute all'ILVA ma anche ad altre aziende presenti sul territorio sia oggi che nel passato. Ciò è dimostrato anche dalla analisi delle Città sedi di Raffinerie, che non hanno l'ILVA di Taranto ma hanno dati allineati a quelli di Tarando da cui si discostano di 4-5 punti in meno. E' chiaro che non può essere che l'Inquinamento dell'ILVA valga solo un indice di Mortalità pari solo ai 4-5 punti di differenza, ma significa che la mortalità dipende da un numero notevoli di fattori, compreso l'alimentazione, l'inquinamento del traffico, ecc. che vanno tutte investigate attentamente e puntigliosamente. Le Aziende che concorrono all'Inquinamento sono diverse e non Solo l'ILVA di Taranto. Distinti Saluti Martina Franca 18 Gennaio 2013 Per. Ind. Giacomo Dalessandro http://www.italia3milllennio.eu/ www.engineering-online.eu/ www.consulenteambientale.eu/ www.cristo-re.eu/ www.cristo-re.it www.maria-tv.eu Per la s. messa di ieri su YouTube al link : http://youtu.be/oWzo_BVoeGc www.facebook.it vai al canale digitando: dalessandrogiacomo1 Analisi dei DATI Dati di Partenza sono le: Tabelle ISTAT Tav. 1-20 anno 2008 Mortalità in Italia, suddivise per Età, Cause, Generale in Italia, Regioni, Province Dati del Rapporto ISS Istituto Superiore di Sanità, Uff. Stat. ISS, Università Roma Dipart. di Biologia e Biotecnologie " Ambiente e salute a Taranto: evidenze disponibili e indicazioni di sanità pubblica " Tabelle ISTAT Tav. 1-20 anno 2008 Mortalità in Italia, suddivise per Età, Cause, Generale in Italia, Regioni, Province Le sopradette Tabelle Istat di partenza sono contenute in un File Excel che contiene 20 Tavole di Lavoro Base, da Tav. 1 a Tav. 20. Il File originale scaricato dal sito ISTAT, zippato, è allegato alla Presente, denominato " Cause di Morte - 12_Apr_2011 Tavole " . Da questo file è stato estratto il file Excel denominato " Tavole 1-20 " Il sottoscritto ha preso il File Excel delle Tavole 1-20 e lo ha rielaborato aggiungendo delle parti sottostanti a ciascuna Tavola da 1 alla 11 , a partire dalla riga 80 o riga 81, alla Tavola 12 a partire dalla riga 72. Nelle righe sottostanti il sottoscritto ha proceduto riportando i dati essenziali delle righe base ISTAT superiori, relative alle colonne delle varie località, ponendole in ordine progressivo di decrescita rispetto alla Mortalità, dalla più pericolosa con maggiore mortalità, alla meno pericolosa con meno mortalità. Le prime tre Tavole si Riferiscono alla Mortalità per anno di Età, e sono riferite a Maschi, Femmine, Somma di Maschi + Femmine. E' stata aggiunta un Tavola per il calcolo progressivo delle Tavole 4,5,6 Le Tavole dalla 4, 5, 6 si Riferiscono alla Mortalità per Cause e Province di Residenza rispettivamente riferite a Maschi, Femmine, Somma di Maschi + Femmine. Le Tavole dalla 7, 8, 9 si Riferiscono alla Mortalità per Cause e Regione di Residenza rispettivamente riferite a Maschi, Femmine, Somma di Maschi + Femmine Le Tavole dalla 10, 11, 12 si Riferiscono alla Mortalità per Cause e Regione di Decesso rispettivamente riferite a Maschi, Femmine, Somma di Maschi + Femmine. Le altre tavole non sono state prese in considerazione. Le elaborazioni effettuate portano ad una Conclusione Evidente che Pone la Città di Taranto, in una graduatoria fra le Province Italiane, a partire dalla 1a con la più alta mortalità, all'ultima con mortalità inferiore, pone Taranto molto al di sotto della media Nazionale di Morti per Tumore. Sintesi Tavola 4 Morti per causa e provincia di residenza Maschi Anno 2008 Dalla Elaborazione della Tavola 4 Risulta il Dato Sorprendente che la Provincia di Taranto è al 69° posto su 107 , in ordine decrescente rispetto alla Provincia con la più alta Percentuale di Mortalità per Tumore di ciascuna Provincia rispetto alla propria Mortalità Generale, che risulta essere Bergamo con il 41,55% di Morti per Tumore, 1749 Morti rispetto a 4209 Mortalità per cause Generali. Al 68° Posto Viterbo Precede Taranto, ed al 70° posto Olbia Tempio segue Taranto. A Taranto la percentuale è del 32,70%, con 844 Morti per Tumore su un Totale di 2581 Morti per cause generali. In Italia la percentuale Media è del 34,57%, corrisponde al 46° posto in graduatoria, con 96598 Morti per Tumore su un Totale di 279418 Morti per cause generali. La Percentuale Italiana di Morti per Tumore rispetto alla Mortalità Generale è del 1,57% in più rispetto a quella di Taranto. 68 Province precedono Taranto e 48 la seguono. Ragionando invece sull'Indice di Mortalità rispetto alla Popolazione si ha che Taranto ha un Indice di 14,54 Morti su 10.000, e nel confronto con le altre Città risulta Taranto al 83° posto, preceduta Pescara, seguita da Brindisi. Prendendo in Esame l'ultimo Rapporto Sentieri del 2012-10-22 , con l'incremento del 30% di Mortalità per il Quartiere Tamburi, l'Indice di Mortalità risulta 18,90 su 10.000, il che porterebbe il quartiere Tamburi al 25° Posto nella Graduatoria, dopo la Città di Forlì Cesena, prima di Bologna. Comunque se si adottasse il sistema spinto di indagine adottato per il Rione Tamburi di Taranto, parzializzato rispetto a quello Generale di Taranto anche per i quartieri a più alto rischio delle altre Città, il Rione Tamburi sicuramente risalirebbe in graduatoria al medesimo posto della Città di Taranto. Vedi Allegati Tav. 4 Sintesi Tavola 5 Morti per causa e provincia di residenza Donne Anno 2008 Dalla Elaborazione della Tavola 5 Risulta il Dato che la Provincia di Taranto è al 38° posto su 107 , in ordine decrescente rispetto alla Provincia con la più alta Percentuale di Mortalità per Tumore di ciascuna Provincia rispetto alla propria Mortalità Generale, che risulta essere Bergamo con il 31,73% di Morti per Tumore, 1457 Morti rispetto a 4592 Mortalità per cause Generali. Al 37° Posto Modena Precede Taranto, ed al 39° posto Lucca segue Taranto. A Taranto la percentuale è del 25,65%, con 628 Morti per Tumore su un Totale di 2448 Morti per cause generali. In Italia la percentuale Media è del 25,23%, corrisponde al 43° posto in graduatoria, con 74.767 Morti per Tumore su un Totale di 296.367 Morti per cause generali. La Percentuale Italiana di Morti per Tumore rispetto alla Mortalità Generale di Taranto è del 0,43% in più rispetto a quella Italiana. 37 Province precedono Taranto e 69 la seguono. Ragionando invece sull'Indice di Mortalità rispetto alla Popolazione si ha che Taranto ha un Indice di 10,82 Morti su 10.000, e nel confronto con le altre Città risulta Taranto al 73° posto, preceduta da Cagliari, seguita da Campobasso. Prendendo in Esame l'ultimo Rapporto Sentieri del 2012-10-22 , con l'incremento del 20% di Mortalità per il Quartiere Tamburi, l'Indice di Mortalità risulta 12,98 su 10.000, il che porterebbe il Quartiere Tamburi al 49° Posto nella Graduatoria, dopo la Città di Ancona, prima di Brescia. Comunque se si adottasse il sistema spinto di indagine adottato per il Rione Tamburi di Taranto, parzializzato rispetto a quello Generale di Taranto anche per i quartieri a più alto rischio delle altre Città, il Rione Tamburi sicuramente risalirebbe in graduatoria al medesimo posto della Città di Taranto. Vedi Allegati Tav. 5 . Sintesi Tavola 6 Morti per causa e provincia di residenza Maschi e Femmine Anno 2008 Dalla Elaborazione della Tavola 6 Risulta il Dato Sorprendente che la Provincia di Taranto è al 53° posto su 107 , in ordine decrescente rispetto alla Provincia con la più alta Percentuale di Mortalità per Tumore di ciascuna Provincia rispetto alla propria Mortalità Generale, che risulta essere Bergamo con il 36,42% di Morti per Tumore, 3206 Morti rispetto a 8801 Mortalità per cause Generali. Al 52° Posto Piacenza Precede Taranto, ed al 54° posto Firenze segue Taranto. A Taranto la percentuale è del 29,27%, con 1472 Morti per Tumore su un Totale di 5029 Morti per cause generali. In Italia la percentuale Media è del 29,78%, corrisponde al 46° posto in graduatoria, con 172.208 Morti per Tumore su un Totale di 578.192 Morti per cause generali. La Percentuale Italiana di Morti per Tumore rispetto alla Mortalità Generale di Taranto è del 0,514% in più rispetto a di Taranto. 52 Province precedono Taranto e 54 la seguono. Ragionando invece sull'Indice di Mortalità rispetto alla Popolazione si ha che Taranto ha un Indice di 25,36 Morti su 10.000, e nel confronto con le altre Città risulta Taranto al 78° posto, preceduta da Benevento, seguita da Trapani. Prendendo in Esame l'ultimo Rapporto Sentieri del 2012-10-22 , con l'incremento del 25,73% ( media fra 30% in più per gli uomini e 20% in più per le Donne) di Mortalità per il Quartiere Tamburi, l'Indice di Mortalità risulta 31,88 su 10.000, il che porterebbe il Quartiere Tamburi al 34° Posto nella Graduatoria, dopo la Città di Ravenna, prima di Pisa. Comunque se si adottasse il sistema spinto di indagine adottato per il Rione Tamburi di Taranto, parzializzato rispetto a quello Generale di Taranto anche per i quartieri a più alto rischio delle altre Città, il Rione Tamburi sicuramente risalirebbe in graduatoria al medesimo posto della Città di Taranto. Vedi Allegati Tav. 6 . Sintesi GRADUATORIA Tavola 6 Morti per causa e provincia di residenza Maschi e Femmine Anno 2008 PROVINCE - Totale Uomini + Donne da Tav. 6 Ordine Decrescente Provincia Indice Mortalità x 10.000 Resid. 1 Trieste 44,16 2 Ferrara 41,37 3 Genova 40,14 4 Alessandria 39,02 5 Gorizia 38,96 6 Belluno 38,55 7 Pavia 38,15 8 Biella 36,94 9 Vercelli 36,64 10 Savona 36,60 11 Imperia 36,43 12 Piacenza 36,20 13 Massa-Carrara 36,03 14 Udine 35,72 15 Parma 35,51 16 Lucca 35,34 17 Livorno 35,31 18 Bologna 35,07 19 La Spezia 34,83 20 Grosseto 34,76 21 Verbano-C.O. 34,59 22 Novara 34,38 23 Cremona 34,26 24 Terni 33,89 25 Asti 33,75 26 Siena 33,36 27 Rovigo 33,34 28 Forli-Cesena 32,88 29 Viterbo 32,61 30 Firenze 32,51 31 Sondrio 32,40 32 Venezia 32,39 33 Ravenna 32,33 34 Pisa 31,49 35 Mantova 31,38 36 Pistoia 31,28 37 Cuneo 31,13 38 Torino 31,05 39 Arezzo 31,04 40 Perugia 30,95 41 Medio Campidano 30,77 42 Ancona 30,71 43 Aosta 30,54 44 Milano 30,41 45 Lodi 30,32 46 Ascoli Piceno 30,31 47 Varese 30,18 48 Pesaro e Urbino 30,07 49 Isernia 30,04 50 Bergamo 29,81 51 Oristano 29,59 52 Como 29,48 53 Modena 29,45 54 Brescia 29,24 55 Rieti 29,12 56 Macerata 56,00 57 Pordenone 28,97 58 Roma 28,54 59 Nuoro 28,25 60 Trento 28,22 61 Prato 28,21 62 L'Aquila 27,92 63 Lecco 27,88 64 Padova 27,86 65 Sassari 27,17 66 Verona 26,93 67 Lecce 26,83 68 Rimini 26,81 69 Reggio nell'Emilia 26,74 70 Carbonia-Iglesias 26,73 71 Treviso 26,40 72 Messina 26,35 73 Campobasso 26,09 74 Frosinone 26,08 75 Teramo 25,92 76 Vicenza 25,81 77 Benevento 25,70 78 Taranto 25,36 79 Trapani 25,33 80 Chieti 25,32 81 Latina 25,15 82 Ogliastra 25,13 83 Cagliari 24,97 84 Brindisi 24,97 85 Pescara 24,81 86 Potenza 24,66 87 Palermo 24,40 88 Enna 24,26 89 Salerno 23,81 90 Agrigento 23,80 91 Matera 23,70 92 Ragusa 23,64 93 Avellino 23,52 94 Foggia 23,44 95 Catania 23,43 96 Olbia-Tempio 23,33 97 Napoli 23,25 98 Caltanissetta 23,25 99 Bolzano/Bozen 23,17 100 Catanzaro 22,99 101 Bari 22,84 102 Caserta 22,58 103 Reggio di Calabria 22,40 104 Siracusa 22,09 105 Vibo Valentia 21,75 106 Cosenza 21,69 107 Crotone 19,32 Sintesi Tavola 9 Morti per causa e Regione di residenza Maschi e Femmine Anno 2008 Dalla Elaborazione della Tavola 9 Risulta il Dato Sorprendente che la Regione Puglia è al 17° posto su 20 , in ordine decrescente, rispetto alla Regione con più alto Indice di Mortalità, che risulta essere Liguria con 38,27 Morti per 10.000 residenti. In Puglia l'Indice di Mortalità è di 24,30 Morti per 10.000 Residenti, il 36,5% in meno rispetto alla Liguria. L'indice Medio di Mortalità in Italia è di 29,05 , il 16,55% in più rispetto alla Puglia . 16 Regioni Precedono la Puglia in indice di Mortalità, e 3 la seguono. Tavola 9 – Morti per causa e regione di residenza Maschi e Femmine Anno 2008 Residenti Morti Rapporto Indice Mortalità su 10000 Abit Graduatoria Morti x 10.000 Progr. Tumore Morti % 1 Lombardia 29.889 34,02 9.742.676 29.889 325,96 30,68 7 4 Friuli Venezia Giuli 4.432 31,40 1.230.936 4.432 277,74 36,01 2 2 Veneto 13.973 31,57 4.885.548 13.973 349,64 28,60 10 3 Trento 1.467 31,49 519.800 1.467 354,33 28,22 6 Lazio 15.889 30,98 5.626.710 15.889 354,13 28,24 11 5 Sardegna 4.435 31,02 1.671.001 4.435 376,78 26,54 13 8 Trentino-Alto Adig 2.623 30,92 1.007.267 2.623 384,01 26,04 14 7 Valle d'Aosta 388 30,94 127.065 388 327,49 30,54 8 9 Emilia-Romagna 14.229 30,23 4.356.180 14.229 306,15 32,66 5 10 Bolzano/ Bozen 1.156 30,21 498.857 1.156 431,54 23,17 11 Piemonte 14.567 29,68 4.432.571 14.567 304,29 32,86 3 12 Marche 4.727 29,24 1.551.377 4.727 328,19 30,47 9 15 Liguria 6.181 28,85 1.615.064 6.181 261,29 38,27 1 14 Toscana 12.171 29,00 3.707.818 12.171 304,64 32,83 4 13 Puglia 9.914 29,05 4.080.000 9.914 411,54 24,30 17 16 Umbria 2.836 28,23 894.222 2.836 315,31 31,71 6 17 Campania 13.601 27,91 5.812.962 13.601 427,39 23,40 19 18 Basilicata 1.437 25,85 590.601 1.437 411,00 24,33 16 19 Sicilia 12.177 25,73 5.037.799 12.177 413,71 24,17 18 21 Molise 872 25,13 320.795 872 367,88 27,18 12 20 Abruzzo 3.462 25,69 1.334.675 3.462 385,52 25,94 15 22 Calabria 4.405 24,22 2.008.709 4.405 456,01 21,93 20 Totale Morti per Tumore 174.831 60.033.976 174.831 343,38 29,12 10 Media ITA 59.619.290 174.831 341,01 29,32 Tavola 12 Morti per causa e Regione di Decesso Maschi e Femmine Anno 2008 Dalla Elaborazione della Tavola 12 Risulta il Dato Sorprendente che la Regione Puglia è al 17° posto su 20 , in ordine decrescente, rispetto alla Regione con più alto Indice di Mortalità, che risulta essere Liguria con 38,29 Morti per 10.000 residenti. In Puglia l'Indice di Mortalità è di 24,07 Morti per 10.000 Residenti, il 39,7% in meno rispetto alla Liguria. L'indice Medio di Mortalità in Italia è di 28,78 , il 19,56% in più rispetto alla Puglia . 16 Regioni Precedono la Puglia in indice di Mortalità, e 3 la seguono. Vedi Allegati Tav. 10, Tav. 11, Tav. 12 Tavola 12 – Morti per causa e regione di decesso – Maschi e Femmine – Anno 2008 Residenti Morti Rapporto Indice Mortalità su 10000 Abit Graduatoria Morti x 10.000 Progr. Tumore Morti % 1 Lombardia 30.294 34,33 9.742.676 30.294 321,60 31,09 7 2 Friuli Venezia Giulia 4.545 31,64 1.230.936 4.545 270,83 36,92 2 3 Veneto 14.035 31,42 4.885.548 14.035 348,10 28,73 11 4 Trento 1.457 31,07 519.800 1.457 356,76 28,03 5 Lazio 16.182 31,02 5.626.710 16.182 347,71 28,76 10 6 Sardegna 4.369 30,66 1.671.001 4.369 382,47 26,15 13 7 Trentino-Alto Adige 2.625 30,59 1.007.267 2.625 383,72 26,06 14 8 Valle d'Aosta/ Vallée d'Aoste 374 30,19 127.065 374 339,75 29,43 9 9 Emilia-Romagna 14.446 30,12 4.356.180 14.446 301,55 33,16 3 10 Bolzano/ Bozen 1.168 30,00 498.857 1.168 427,10 23,41 11 Piemonte 14.679 29,63 4.432.571 14.679 301,97 33,12 4 12 Marche 4.703 29,00 1.551.377 4.703 329,87 30,32 8 13 Liguria 6.184 28,72 1.615.064 6.184 261,17 38,29 1 14 Toscana 12.249 28,93 3.707.818 12.249 302,70 33,04 5 15 Puglia 9.821 28,81 4.080.000 9.821 415,44 24,07 17 16 Umbria 2.905 28,46 894.222 2.905 307,82 32,49 6 17 Campania 13.386 27,70 5.812.962 13.386 434,26 23,03 19 18 Basilicata 1.423 25,89 590.601 1.423 415,04 24,09 16 19 Sicilia 12.061 25,48 5.037.799 12.061 417,69 23,94 18 20 Molise 889 25,23 320.795 889 360,85 27,71 12 21 Abruzzo 3.426 25,11 1.334.675 3.426 389,57 25,67 15 22 Calabria 4.187 23,57 2.008.709 4.187 479,75 20,84 20 Totale Morti per Tumore 172.783 29,71 60.033.976 172.783 347,45 28,78 10 Media ITA Nelle Città dove sono presenti delle Raffinerie ci sono degli indici, di Rapporto fra Mortalità per Tutti i Tumori e Mortalità Generale, che si discostano di 4-5 unità rispetto a Taranto, pur non essendoci in quelle Città Stabilimenti della Stessa Notevolissima Rilevanza dell'ILVA di Taranto. Che significa, che l'Apporto Ulteriore alla Mortalità per l'Inquinamento dell'ILVA è di solo il 4-5% ? No senz'altro, ma va attuato un sistema di monitoraggio costante e diffuso, compreso una indagine serissima su tutto l'Ambiente, Traffico, Alimentazioni, Contenitori Alimenti, Abvitudini di Vita, ecc. RAFFINERIE LOCALITA' CAPACITA' EFFETTIVA (1) DISTILLAZIONE ATMOSFERICA PROCESSI TERMICI PROCESSI CATALITICI Indice Rapporto Mortalità Tutti i Tumori / Mortalità Gen.le CRACKING REFORMING ALMA Ravenna - 0,4 - - - API Falconara M. (AN) 3,9 3,9 3,06 (2) - 0,56 31,41 ENI Div. Refining & Marketin P. Marghera (VE) 4,2 4,55 1,23 (2) - 0,60 ENI Div. Refining & Marketin Sannazzaro (PV) 8,5 10,0 1,22 (3) 1,77 1,41 1,75 (4) ENI Div. Refining & Marketin Livorno 4,3 5,2 - - 0,63 29,55 ENI Div. Refining & Marketin Taranto 5,5 6,5 2,00 (2) 1,21 (5) 0,92 33,34 ERG MED. Raff. ISAB Impianti Nord (*) Priolo G. (SR) 8,0 8,4 0,47 (3) 1,84 0,09 25,52 0,67 (7) ERG MED. Raff. ISAB Impianti Sud (*) Priolo G. (SR) 11,4 12,0 2,60 (3) 3,32 (7) 1,66 1,71 (6) ESSO Augusta (SR) 8,8 9,17 - 2,51 1,09 IES Mantova 2,6 2,6 1,20 (3) 0,66 (4) 0,33 0,45 (6) IPLOM Busalla (GE) 1,75 1,89 0,50 (3) 0,43 (4) - RAFFINERIA DI GELA Gela (CL) 5,0 6,0 2,60 (8) 1,92 0,65 27,10 1,90 (7) RAFF. Dl MILAZZO Milazzo (ME) 9,8 10,0 - 2,53 0,63 24,36 1,79 (4) 1,35 (5) RAFFINERIA Dl ROMA Pantano (RM) 4,3 4,3 1,75 (3) - 0,60 SARAS Sarroch (CA) 15,0 18,0 2,40 (3) 4,40 1,20 5,70 (4) SARPOM Trecate (NO) 8,75 9,0 - 1,85 1,37 TAMOIL Cremona 4,5 5,0 1,95 (3) 0,30 (9) 1,05 TOTALE AL 1 GENNAIO 2007 106,3 116,91 23,13 35,90 12,79 TOTALE AL 1 GENNAIO 2008 102,9 120,64 23,67 36,68 12,88 TOTALE AL 1 GENNAIO 2009 106,5 118,75 26,04 39,17 13,38 TOTALE AL 1 GENNAIO 2010 106,6 118,74 26,04 38,03 13,38 (*) Dal 1° gennaio 2006 le due raffinerie ERG MED. IMPIANTI SUD e NORD sono confluite in ERG Raffinerie Mediterranee. Dal 1° dicembre 2008 è stata costituita una nuova società, denominata ISAB srl, posseduta per il 51% da ERG Raffinerie Mediterranee e per il 49% da LUKOIL. (2) Visbreaking + Thermalcracking – (3) Visbreaking – (4) Hydrocracking gasolio – (5) Hydrocracking residui – (6) Thermalcracking – (2) Visbreaking + Thermalcracking – (3) Visbreaking – (4) Hydrocracking gasolio – (5) Hydrocracking residui – (6) Thermalcracking – (7) Impianto di Gofiner/Mild Hydrocracking - (8) Coking - (9) Impianto di Dewaxing gasolio pesante/Mild Hydrocracking. Analisi dei DATI: Dati del Rapporto ISS Istituto Superiore di Sanità, Uff. Stat. ISS, Università Roma Dipart. di Biologia e Biotecnologie " Ambiente e salute a Taranto: evidenze disponibili e indicazioni di sanità pubblica " Dalla analisi del Rapporto " Ambiente e salute a Taranto: evidenze disponibili e indicazioni di sanità pubblica " Pubblicato il 22 Ottobre 2012 , facendo delle semplici operazioni matematiche con l'ausilio si un Foglio di Calcolo Excel, ed Analizzando i confronti Percentuali di Morte per tipologia di Causa di Morte, per differenze di Annualità confrontate rispetto all'ultima riportata relativa al periodo 2006-2008, ed ancora estendendo il confronto fra Taranto, Puglia ed Italia si ha : Un risultato inaspettato, completamente opposto rispetto all'Annuncio di Disastro Ambientale ed Epidemia di Morti Uomini per Cancro. Un risultato inaspettato, completamente opposto rispetto all'Annuncio di Disastro Ambientale ed Epidemia di Morti Donne per Cancro, con riduzione di morti in assoluto rispetto al 1980, e con percentuali diverse rispetto agli Uomini, variabili + 0,55% rispetto al 2001-2003 per Taranto, con +0,22% rispetto alla Puglia, ed un -0,28% rispetto all'Italia. L'Analisi Elaborata sulla Mortalità Uomini, per Tutti i Tumori a Taranto, risulta variata nel tempo, prendendo a riferimento l'ultimo periodo 2006-2008 monitorato dallo studio, ma riducendosi drasticamente in numero e percentuale rispetto al passato, passando da +302 morti come differenza 2006/2009 rispetto al 1980/1982 a +9 rispetto al 2001/2003 mentre i Morti in assoluto sono aumentati di +133 : RISULTATI UOMINI L'Analisi Elaborata sulla Mortalità Uomini per Tutti i Tumori a Taranto risulta variata nel tempo, prendendo a riferimento l'ultimo periodo 2006-2008 monitorato dallo studio, ma riducendosi drasticamente in numero e percentuale rispetto al passato, passando da +302 morti come differenza 2006/2009 rispetto al 1980/1982 a +9 rispetto al 2001/2003 mentre i Morti in assoluto nel medesimo periodo sono aumentati di +133 : rispetto al 1980/1982 +302 Morti per tutte le cause di Tumore ( +7,71%) rispetto al 1989/1991 +171 Morti per tutte le cause di Tumore ( + 4,45 % ) rispetto al 1995/1997 +79 Morti per tutte le cause di Tumore ( + 1,40 % ) rispetto al 2001/2003 +9 Morti per tutte le cause di Tumore ( -1,27% % ) Rispetto alla Puglia la mortalità nel medesimo periodo è così diminuita: - -1,33% diminuzione Morti per tutte le cause di Tumore rispetto al periodo 1980/1982 -1,67% diminuzione Morti per tutte le cause di Tumore rispetto al periodo 1989/1991 -2,32% diminuzione Morti per tutte le cause di Tumore rispetto al periodo 1995/1997 -2,65% diminuzione Morti per tutte le cause di Tumore rispetto al periodo 2001/2003 Rispetto alla Italia la mortalità nel medesimo periodo è così Variata: - -1,54% diminuzione Morti per tutte le cause di Tumore rispetto al periodo 1980/1982 +0,46% aumento Morti per tutte le cause di Tumore rispetto al periodo 1989/1991 -1,55% diminuzione Morti per tutte le cause di Tumore rispetto al periodo 1995/1997 -2,48% diminuzione Morti per tutte le cause di Tumore rispetto al periodo 2001/2003 Mortalità Generale a Taranto del 2006/2008 rispetto al 1980/1982 è aumentata di +288 morti, quella per tutti i tumori di +302 ( + 7,71 % ) Mortalità Generale in Puglia del 2006/2008 rispetto al 1980/1982 è aumentata di +10440 morti, quella per tutti i tumori di +7109 ( + 9,04 % ) Mortalità Generale in Italia del 2006/2008 rispetto al 1980/1982 è diminuita di -27969 morti, quella per tutti i tumori di +70015 ( + 9,26 % ) Pertanto la Mortalità per tutti i Tumori a Taranto nel periodo 2006/2008 rispetto al 1980/1982 è diminuita in percentuale dello 1,33% rispetto alla Puglia, ed è diminuita del 1,54% rispetto all'Italia La Tabella 4.1/1.1 indica i dati relativi ai Morti Uomini complessivi a Taranto, in Puglia, in Italia, nei periodi monitorati 1980-1982, 1983-1985, 1986-1988, 1989-1991, 1992-1994, rilevando le Percentuali per ciascuna causa di morte, rispetto al Totale della Mortalità generale di ciascun periodo. La Tabella 4.1/1.2 indica i dati relativi ai Morti Uomini complessivi a Taranto, in Puglia, in Italia, nei periodi monitorati 1995-1997, 1998-2000, 2001-2003, 2006-2008, rilevando le Percentuali per ciascuna causa di morte, rispetto al Totale della Mortalità generale di ciascun periodo. Le tabelle poi riportano le differenze percentuali nei medesimi periodi, per le tipologie di cause di morte, e le differenze percentuali fra Taranto e la Puglia, e fra Taranto e l'Italia Per una analisi più dettagliata si rinvia all'Allegato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog