Cerca

Premetto : lettera inviata digià due volte

Apprendo da Libero che quindici mesi dopo che Gheddafi è stato "liberato dalla vita terrena" e la Libia sta godendo della benefica Primavera Araba continuiamo a tenerci in casa,mantenendoli,centinaia,forse migliaia di profughi che non si capisce a qual titolo possano pretendere la nostra indiscriminata accoglienza. Tra vitto,alloggio e sigarette ognuno di essi costa a noi contribuenti 46 Euro al giorno. Scontenti,si ribellano e mettono a soqquadro le strutture che li ospitano. Sono tutti giovani e forti. C'è da sperare che l'U.E.,che appena le si offre un dito ti prende il braccio,con la scusa che essi sono tutti giovani e forti,non ci condanni perchè l'Italia continua ad ignorare il detto millenario "L'uomo non è di legno"...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog