Cerca

C'è una bella differenza...

Chi non vuole il PD di Bersani al governo si limita di solito a dire che non voterà per quel partito per via della invocata patrimoniale oppure per la propensione alle unioni omosessuali,o altro. Chi,viceversa,non voterà per il PdL e ha visto come un dito in un occhio la ridiscesa in campo di Silvio Berlusconi non si accontenta di questo. Non gli basta l'ex auspicio di Massimo D'Alema,ossia vedere il Cavaliere mendìco sotto qualche ponte,magari aggiornato con un "in mezzo alla "munnezza". Lo vorrebbe vedere prima impiccato e poi appeso a testa in giù,per poterlo "rieducare" a mezzo di...sputi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog