Cerca

la Legge,Bypassata...

Leggo : Testo Unico delle Leggi Elettorali D.P.R. 30 marzo 1957, n 361 e successive modifiche. Art. 8 : 1) I magistrati (esclusi quelli in servizio presso le giurisdizioni superiori ) anche in caso di scioglimento anticipato della Camera dei deputati e di elezioni suppletive, non sono eleggibili nelle circoscrizioni sottoposte, in tutto o in parte, alla giurisdizione degli uffici ai quali si sono trovati assegnati o presso i quali hanno esercitato le loro funzioni in un periodo compreso nei sei mesi antecedenti la data di accettazione della candidatura. Non sono in ogni caso eleggibili se, all'atto dell'accettazione della candidatura, non si trovino in aspettativa. 2) I magistrati che sono stati candidati e non sono stati eletti non possono esercitare per un periodo di cinque anni le loro funzioni nella circoscrizione nel cui ambito si sono svolte le elezioni. Formulo la mia domanda Nr.1 : Supponendo che sia Pietro Grasso che Antonio Ingroia non appartengano ad alcuna Giurisdizione Superiore (sono quattro, Corte di Cassazione,Consiglio di Stato, Corte dei Conti e Tribunale Superiore delle Acque) come hanno fatto a candidarsi ? Napolitano non ha nulla da dire ?. E la domanda Nr.2 : Se il Dott.Ingroia (l'altro si è correttamente dimesso dalla Magistratura)non venisse eletto,visto che per cinque anni non potrà,così suppongo,esercitare la professione di Magistrato in Italia,emigrerà finalmente e definitivamente in Guatemala,così ce lo leveremo una buona volta di torno ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog