Cerca

Triste anniversario

Signor Direttore, il 22 gennaio scorso ricorrevano 40 anni esatti dell’aborto legale negli Stati Uniti d’America. In quel giorno la Corte Suprema federale di Washington chiuse il famoso caso “Roe versus Wade” introducendo improvvisamente nell’ordinamento giuridico la libertà di abortire. Da allora gli aborti negli USA siano stati circa 56 milioni. Tuttavia sappiamo che l’intera vicenda della legalizzazione dell’aborto americano si basò su almeno 4 falsità. La prima è quella degli aborti clandestini praticati negli USA. La cifra vera stava attorno alle 100mila unità, ma dissero che si trattava di un milione. Le donne che morivano ogni anno per gli aborti illegali erano circa 200-250. La cifra che davano ai media era 10mila. La terza falsità è quella della Corte Suprema federale di Washington perché al massimo tribunale USA compete solo di vigilare sulla costituzionalità del legislatore, non di legiferare. Invece legiferò indebitamente cercando nella Costituzione federale un “diritto all’aborto” chiaramente inesistente. La quarta falsità è quella che considera l’aborto una libertà individuale e un diritto alla “salute riproduttiva”. Ma dopo 40 anni perfino la Corte europea non considera l'aborto un "diritto". E se fra i milioni di bambini e bambine mai nati ci fosse stato uno scienziato capace di sconfiggere il cancro .... ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog