Cerca

La Presidenza del MPS: nulla è cambiato

Il tanto rassicurante rinnovamento dei vertici è nella figura del nuovo Presidente, colui che ha introdotto nel sistema Italia i derivati/finanza strutturata/finanza creativa e che ha finanziarizzato tutti agli assets portanti del gruppo che prima amministrava, portandolo ad uno stato di difficoltà con fallimentari politiche manageriali (divisione in tre banche con triplicazioni di strutture/costi; prescrittiva vendita con vincolanti budget dei derivati, proseguita anche dopo anni di responsabilizzanti cause per danni intentate dalla clientela...; investimenti all'estero su mercati ad alto rischio/deselezione del vecchio management guidata dallo stereotipo anagrafico e dal timore di un difficile contraddittorio che l'indiscussa, elevata professionalità della dirigenza dell'originario Credito Italiano avrebbe innescato...), grande elettore di Prodi e notoriamente, politicamente schierato. Sarebbe questo il merito vantato da Bersani/Dalema e compagni vari?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog