Cerca

Vietato criticare il redditometro

Secondo l’articolo 21 della Costituzione tutti hanno il diritto di esprimere liberamente il proprio pensiero. Quel liberamente significa che chi manifesta il proprio modo di pensare non deve essere denigrato, screditato, minacciato. Si può notare però che chi osa criticare i metodi invasivi e lesivi della libertà personale di tutti gli Italiani con cui Befera combatte la guerra di Monti contro l’evasione fiscale, viene subito classificato con l’infamante etichetta di facente parte del partito degli evasori. Sarebbe come definire amico di delinquenti e assassini chi si schiera contro la pena di morte. Ma forse crea fastidio affermare che di fronte a 250 miliardi di sprechi da parete delle pubbliche amministrazioni è necessario lo spesometro per lo Stato, strumento in grado di controllare la congruità, rispetto a parametri di riferimento, di tutte le spese effettuate con denaro pubblico. Probabilmente i “signori combattenti” si sono dimenticati di questa arma nella loro guerra contro l’evasione perchè temevano incidenti derivanti da fuoco amico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog