Cerca

L'ideologia gender

Caro Direttore, Mi dispiace affibbiarle questa lunga lettera, ma la prego di leggerla perché, come lei saprà, in questi anni stiamo subendo in maniera totalmente passiva, senza che nessun politico o giornalista lo ponga sufficientemente in evidenza, una ideologia che punta all'annichilimento della dignità umana. L'ONU, attraverso l'IPPF, nel marzo 2011 ha pubblicato la guida, Healthy, Happy and Hot: A Young Person's Guide to Their Rights, Sexuality and living with HIV, distribuita durante un simposio promosso alle Nazioni Unite, dove, tra le altre cose, si legge «Molti pensano che il sesso sia fatto solo di rapporti vaginali o anali… Invece vi sono moltissimi modi diversi di fare sesso e moltissimi tipi diversi di sesso. Non ci sono modi giusti o sbagliati di farlo. Semplicemente divertitevi, esplorate e siate voi stessi!». Oppure: «La masturbazione è un gran modo per conoscere di più il vostro corpo e le cose che trovate sessualmente stimolanti. Mescolate le cose utilizzando toccamenti diversi, da quelli molto delicati a quelli intensi. Parlate o interpretate le vostre fantasie. Dite loro cose sconce». Non è chiaro se la guida sia stata creata per disabili mentali o, più probabilmente, per condizionare i giovani a una sorta di sesso auto-distruttivo. Ci permettiamo una domanda che rischia di apparire intransigente moralismo, ma dato che ci consideriamo liberi e realisti, la facciamo lo stesso: dov'è l'essere umano con i suoi affetti, sentimenti e raziocinio? Ognuno fa la vita sessuale che vuole, perché spendere milioni di dollari per condizionare a una abitudine così auto-distruttiva? Non bastano i milioni dei sesso dipendenti che, ormai, vivono attaccati al computer a cliccare a destra e manca come ebeti? Come abbiamo detto, queste associazioni sono sovvenzionate dalle Nazioni Unite, L'IPPF da sola ha un bilancio che annualmente supera un milione e mezzo di dollari. Dunque dobbiamo prendere atto che parte dei nostri soldi sono utilizzati per creare bambini sessualmente multi-uso. A questo punto è necessario aprire due brevissime parentesi. Il luogo comune vuole che l'Antichità greco-romana siano state società aperte all'omosessualità. In realtà, la pederastia, tollerata nei giovani fino ai vent'anni d'età, era mal vista. Nel IV secolo a. C. la legge ateniese destituì di tutti i diritti politici e di cittadinanza coloro che la praticavano, e molto probabilmente avevano motivi concreti per arrivare a questo punto. Aspetti solo politici? No. Autori come, tra gli altri, Aristotele, Platone, Stobeo, Plutarco e Senofonte, condannarono l'omosessualità senza riserve. L'altro appunto riguarda uno dei padri del libero pensiero, François-Marie Arouet, in arte Voltaire. Nel suo Dizionario filosofico, l'opera che in qualche modo rappresenta la summa del suo pensiero troviamo: «Amour nommé socratique (Amore cosiddetto socratico). Com'è possibile che un vizio, distruttore del genere umano se si generalizzasse, che un attentato infame contro la natura sia peraltro così naturale?». Egli condanna l'omosessualità, a meno che non sia limitato a un naturale impulso giovanile: «è la gioventù cieca che, per un istinto confuso, precipita in un tale disordine all'uscire dall'infanzia». Spesso un giovinetto, continua Voltaire: «se viene amato, è perché la natura s'inganna: si rende omaggio al sesso aggrappandosi a chi ne ha tutto il fascino e, quando la rassomiglianza (con la donna) svanisce con l'età, cessa l'inganno. (…) No, non è nell'indole dell'uomo fare una legge che contraddica e rechi oltraggio alla natura, una legge che annullerebbe il genere umano se fosse osservata alla lettera. Quanta gente ha scambiato usanze vergognose, eppure tollerate in un paese, per le leggi di quel quel paese!» Concludendo: «non credo sia mai esistita una nazione civilizzata che abbia fatto leggi contro i costumi». Voltaire era un anti-clericale, ma il suo pensiero contrasta totalmente con i progressisti che stanno smantellando la legge naturale. L'anno passato negli Stati Uniti hanno legalizzato i documenti che indicano il padre e la madre con genitore 1 e genitore 2, questo cambiamento epocale è stato fatto per rispettare le coppie gay che adottano i bambini. Anche il governo francese, almeno nei programmi di Hollande, segue la stessa strada. La Disney Productions ha invaso le reti internet con cartoons porno, incluso i classici in versione hard. In alcuni cartoni animati, divulgati dalle Tv di tutto il mondo e apparentemente innocui, sono inserite immagini porno subliminali. Gli esempi di questa campagna annichilitrice, più o meno sotterranea, sono tanti. Aidan O'Neill, consulente della Corona Britannica, esperto in diritti umani, ha descritto le conseguenze paradossali che si presenteranno con la legalizzazione dell'insegnamento dell'omosessualità come pratica naturale nelle scuole. «Essendo una legge, i genitori che si oppongono a questo tipo di educazione non avranno il diritto di ritirare i propri figli durante le lezioni». Ricordiamo che dal 2006, in Germania si contano oltre 35 casi di genitori condannati per non aver fatto frequentare ai propri figli le lezioni di educazione sessuale nella scuola primaria statale. Le condanne includono multe (tra i 200 e i 1.200 euro) e/o carcere (da alcuni giorni a un mese e mezzo). Ai bambini di dieci anni nelle scuole si insegna la sessualità degli animali. Questo me l'ha riferito mia figlia, la quale mi ha anche confermato che a lei e ai suoi compagni di classe ha fatto un certo schifo. «Allo stesso modo - continua O'Neill – gli insegnanti che hanno rifiutato la nuova legge rischiano di essere licenziati. (...) Il matrimonio gay legalizzato, avrà conseguenze enormi per le scuole, gli ospedali, il sistema di affidamento e nei servizi pubblici. Ma l'impatto maggiore sarà per i sacerdoti che celebrano cerimonie religiose, e che potrebbero essere portati in tribunale per aver rifiutato di amministrare il sacramento del matrimonio agli omosessuali, negando loro quindi anche il diritto di contrarre matrimonio eterosessuale». Noi ci domandiamo: dove è la democrazia? Dov'è la sovranità popolare? Sociologi e psicologi senza peli sulla lingua, considerano questa ideologia - perché di ideologia si tratta - più devastante delle precedenti, perché attacca l'essere umano nell'intimo. Ma perché non se ne parla abbastanza? Sembra che una paura strisciante abbia annichilito anche i migliori giornalisti e politici. Ecco il parallelo con le dittature del secolo scorso, quando la maggior parte degli intellettuali e giornalisti si schierarono con chi, in pochi anni, portarono il terrore e la distruzione. Il Moloch attuale è più sottile, psicologico, punta dritto all'annichilimento della coscienza. Ma perché si vuole annichilire l'essere umano? Le varie massonerie lo sanno. Una volta distrutta la famiglia genitoriale, l'essere umano è un soggetto senza identità né radici, e potrà essere meglio controllato, manipolato e sfruttato dai quei poteri che oggi spingono in questa direzione. L'aborto (omicidio prima della nascita), e l'eutanasia (omicidio prima della morte naturale), fanno parte dei programmi nazi-comunisti. Il matrimonio gay non è altro che il compimento di queste ideologie. Infatti, con la morte civile della famiglia genitoriale e la fine dell'integrità maschile e femminile, sono abbattuti gli ultimi baluardi rimasti alla dignità umana. Le massonerie, le lobbies omosessuali e gli imbecilli che non hanno capito quale sia la posta in gioco, utilizzano l'economia, la finanza e i mezzi di comunicazione come una pistola puntata alla tempia, per costringere i governi a introdurre nelle Costituzioni l'ideologia gender. Esistono molte prove che lo attestano, basterebbe pensare a come il governo di Bruxelles ingiunge continuamente ai gioverni di legalizzare l'aborto, l'eutanasia e il matrimonio gay. L'ultima prova eclatante l'abbiamo avuta recentemente dal presidente Obama. Nonostante la profonda crisi economica che ha creato milioni di poveri in tutti gli Stati Uniti, la prima frase che il presidente ha pronunciato in mondo visione, subito dopo il giuramento del secondo mandato, è stata: «Stessi diritti a fratelli e sorelle gay». Messaggio chiaro a tutti i governi del mondo. È il caso di dire: "chi ha orecchi intenda". L'economia è importante, ma cosa ce ne facciamo dell'economia stabile se i nostri figli saranno utilizzati come merce di piacere? Cosa ce ne facciamo dello stomaco pieno e della bella casa se - come già avviene in alcune scuole del nord Europa - ai nostri bambini di cinque o sei anni viene insegnato a baciarsi sulla bocca tra maschietti e tra femminucce? Quale futuro si prospetta per questi bambini? Ci sarà un motivo perché tutte le culture della storia hanno fondato la società sulla famiglia genitoriale e non omosessuale? Forse nella storia umana siamo stati preceduti da miliardi di idioti? Pensando a quanto scritto, viene naturale un profondo imbarazzo quando vediamo sui media il teatrino dei politici, che evitano metodicamente il Problema della nostra società. Solo i gay e la sinistra starnazzano fesserie che non hanno niente a che vedere con la realtà. Dove sono i politici e i giornalisti che affrontano la vera questione per il nostro futuro? I dittatori del secolo appena passato furono sottovalutati ed anche derisi e sappiamo come è andata a finire. Se non si fermerà questa subdola ideologia, saremo tutti perdenti, destra, sinistra e pure i gay. Hannah Arendt, vissuta durante le atrocità del secolo scorso, in poche parole individua la caretteristica principale dell'ideologia che molti politici ignorano: «Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto o il comunista convinto, ma l'individuo per il quale la distinzione tra realtà e finzione, fra vero e falso non esiste più». E l'ideologia gender lo conferma. Agostino Nelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog