Cerca

ROBERTO GERVASO

Ho un sogno.Quello di vedere nei banchi del Senato Roberto Gervaso. Non ho le sue idee politiche,ma lo apprezzo e lo ammiro,per quello che scrive e che dice. Insieme a Indro Montanelli ci ha lasciato un'opera,LA STORIA D'ITALIA,che e' un capolavoro,che le scuole dovrebbero adottare come libro di testo. E' un uomo a cui hanno fatto pagare i suoi errori,con una violenza inaudita. Quando uscì la lista degli iscritti alla P2 e venne fuori anche il suo nome,Roberto Gervaso, a differenza di altri che negarono,altri che corsero a farsi intervistare dal Giampaolo Pansa di turno,altri che stranamente furono promossi a ranghi elevati,Gervaso dicevo non nego' e per questo fu umiliato,offeso e tenuto fuori da giornali e trasmissioni.Ci fu un vero e proprio ostracismo da parte di certi figuri,che accusavano Gervaso(che non aveva commesso NESSUN REATO),ma servili verso altri iscritti pentiti. Ma i suoi lettori non lo dimenticarono e non lo dimenticano. E' un signore in tutti i sensi. Scrisse un commento su Enzo Biagi difendendolo da quanti meschinamente dicevano,che Biagi aveva persone che scrivevano per lui. Le sue idee le conosciamo,ma non e' uomo di parte,poiche' se deve criticare e fustigare politici di destra non ci pensa due volte a farlo. Ma quello che conta, e' che sa scrivere e sa farsi capire e vederlo a Palazzo Madama, darebbe lustro ad un'Aula sempre piu' scialba e senza idee. Con lui in Aula ne sentiremmo delle belle. Cordialmente Massimiliano Scio' Roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog