Cerca

Fermiamo la mattanza delle rapine in villa!

Caro Direttore, faccio appello al Suo Giornale perché intraprenda una battaglia a 360 gradi contro la criminalità straniera che sta flagellando il Paese. Dalla strage di Pontevico, di cui Lei si ricorderà certamente, sono passati più di venti anni e stiamo peggio di prima. Ultima la rapina a Pistoia in cui il proprietario forse rimarrà paralizzato. Anni di omicidi, violenze, stupri, anziani incaprettati, donne strangolate. Nostri concittadini, nostri fratelli. Le statistiche parlano chiaro. Bande dell'Est Europa. Tagliagole venuti da chissà dove che vanno e vengono indisturbati, violando le nostre case e sfregiando il nostro modo di vivere comportandosi peggio delle bestie. Voglio, anzi pretendo da Lei, caro Direttore una guerra senza quartiere, come tutte le altre battaglie giuste che il Suo Giornale sa fare, e bene. Ripristino del controllo alle frontiere, espulsione immediata di chi commette reati, inasprimento delle pene, aumento dei controlli sul territorio, legittima difesa senza se e senza ma (basta assurde incriminazioni per chi si difende). Lei saprà di certo come indirizzare la propria strategia, ma Le chiedo di cominciare a fare qualcosa. Per favore. La ringrazio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog