Cerca

Berlusconi e la Shoah

Caro Berlusconi, mi sono sempre sentito come il filosofo stoico che guarda con occhio critico i politici ma senza passione,senza fede politica. Sono convinto che per governare non basta l'intelligenza ma occorre avere molta prudenza e diplomazia. Potevi parlare della Shoah come della più grande tragedia del mondo moderno e della più grande vergogna del popolo tedesco ( marchio indelebile nei secoli dei secoli)e fermarti lì, senza citare Mussolini ( avresti dovuto capire che,soprattutto in periodo elettorale, ogni parola, anche se detta in buona fede,sarebbe stata sfruttata dalla furba sinistra anche per distogliere l'opnione pubblica dai recenti fatti riguardanti l'MPS).Ora che Bersani rischia di perdere voti per il male affare MPS non puoi rischiare di perderli tu solo per non riuscire a stare zitto.Fa tesoro di ciò che ti dice lo stoico : il silenzio è d'oro! e spesso è anche "MEGLIO NON PARLAR CHE PARLAR BENE".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog