Cerca

Berlusconi e la......gaffe (ingenua)

Fresco fresco di questa mattina il dibattito sulla "La7". Brunetta, oltre alla cronaca precisa e molto dettagliata di avvenimenti europei del novembre 2011, tira in ballo Berlusconi e la sua affermazione su Mussolini di qualche giorno fa. E come è suo costume tira in ballo fior fiore di nomi della "nomenclatura rossa" del dopoguerra precisando la loro posizione politica invece durante il periodo fascista. Salvati cielo. Specie quando ha affermato che Napolitano, giovane universitario nel 1942, all'Università di Napoli si era iscritto ai G.U.F. (Gruppi Universitari Fascisti). Perciò in piena guerra e sopratutto dopo il famigerato 1938 e l'emanazione delle leggi raziali contro gli ebrei. Per non parlare del defunto Bocca e di tantissimi altri che nel dopoguerra sono entrati nel Ghota del PCI o della DC o del PSI. Brunetta ha perfettamente ragione e la levata di scudi degli altri dimostra la loro malafede e se non è malafede è pura e semplice ignoranza storica. Anche a me fa ridere vedere i documentari sul fascismo quando Mussolini dal balcone di Palazzo Venezia incantava la folla con atteggiamenti da "Pratolini" nel Nerone. Braccia sui fianchi, petto in fuori, espressioni del viso quantomeno comiche: ora fanno ridere si, ma allora incantavano tutti, checché ne dicano ora gli allineati a sinistra o al centro e magari qualcuno di loro è stato anche "figlio della lupa" o "balilla" o "avanguardista". Il passato cari miei non si rimpiange, ma nemmeno si rinnega. E' Storia e con la S maiuscola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog