Cerca

Gli "onesti" di Ingroia

0
Gentile Direttore, con questa lettera vorrei rendere di dominio pubblico una notizia di cui non ho sentito parlare nei telegiornali nè letto sui quotidiani: nella lista al Senato, della Regione Puglia, del partito Rivoluzione Civile del Magistrato Dott. Ingroia, è stato candidato il Sig. Peppino Scognamillo, già noto alle cronache locali per i suoi problemi con la giustizia; infatti fu arrestato nel dicembre 2003 (si veda La Repubblica del 07/05/2004) nell'ambito del crac del Gruppo Ferri. Ora, precisando che non ho nulla contro il Sig. Scognamillo e che una persona con condanne non gravi per me può essere riabilitato nella società ed anche potersi candidare, Le chiedo direttore come è possibile che abbia trovato spazio in una lista dove il candidato premier fa della giustizia la sua unica ragion d'essere e che ha messo al centro della sua campagna elettorale la questione delle "Liste Pulite"?Non avrebbe fatto meglio a controllare la trave nei suoi occhi anzichè la pagliuzza in quelli degli altri? Ringraziandola anticipatamente, Le porgo cordiali saluti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media