Cerca

Festival

Caro Direttore, sarà un argomento secondario rispetto al gran caos delle prossime politiche ma trovo di cattivissimo gusto e nient'affatto rispettosa la notizia concernente la presenza del “compagno” Marco Alemanno alla commemorazione di Lucio Dalla al prossimo Festival. Mi sembra che Lucio Dalla sia stato sempre estremamente riservato nei sentimenti e che il Festival della canzone italiana dovrebbe rispettare un suo così grande interprete, anche preservandone la privacy. A scanso di equivoci, la mia lettera non intende minimamente sostenere che il sig. Alemanno non possa/debba essere presente al Festival, ma che lo dovrebbe fare nell’anonimato di tutti gli altri spettatori non essendogli mai stata riconosciuta dallo stesso Dalla la qualifica di “compagno”. Purtroppo comprendo però che un Festival “rosso” non possa non cavalcare un suo tipico cavallo di battaglia per il riconoscimento dei diritti delle coppie di fatto in spregio del suo pubblico quasi totalitario che sono le famiglie italiane. Visti i presupposti, per quel che possa valere, mi asterrò dal vedere il Festival restando delusa dal fatto di non poter domandare alcun rimborso del canone per il servizio non usufruito! Saluti Emanuela

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog