Cerca

Napolitano

Egregio Direttore, sono rimasto piacevolmente sorpreso leggendo, su Libero, la sua lettera di Domenica scorsa al presidente Napolitano, in quanto in essa ho ritrovato esattamente il mio pensiero. La ringrazio di aver esposto così chiaramente la situazione. Vada avanti così, siamo in tanti anche se non alziamo polveroni. Approfitto: si è parlato tanto delle tasse sulla nautica da diporto, ma non ho sentito parlare, dai media, di una tassa simile, imposta e poi quasi tolta, per gli aerei di Aviazione Generale; si trattava, in pratica, di una tassa esorbitante per gli aerei in sosta per più di un giorno (se ricordo bene), tassa che ha spinto i proprietari degli aerei a programmare le vacanze in altri paesi (era stata messa nel periodo estivo) o, in molti casi, a sbarcare i passeggeri in Italia e spostare l' aereo per la sosta in un paese vicino. Un esempio concreto: a Catania un aereo arrivato dagli USA ha sbarcato i passeggeri e si è spostato a Malta per la sosta; dopo una settimana è ritornato, ha prelevato i passeggeri (italo-americani in visita a parenti) ed è ripartito per gli USA. Se quest' altra bella figura dei cosiddetti "tecnici" fosse sfuggita, mi farebbe piacere che venisse a galla, soprattutto adesso. grazie Andrea Sottile

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog