Cerca

MONTI CI FA RAPINARE DALL'EUROPA E PRETENDE I NOSTRI APPLAUSI

Monti si autoelogia e si magnifica ad ogni piè sospinto. Nel suo programma elettorale si parla solo di Europa. L'Italia è vista solo come un'utile appendice, utile appunto quando ci sono dei conti da pagare e dei debiti da ripianare. Dobbiamo prostrarci, obbedire, servire e fare diligentemente i compiti a casa. Gli altri, con la provvidenziale collaborazione di Monti, sorveglieranno che le cose vengano fatte come prescritto. L'Europa detta l'agenda, noi eseguiamo. Facciamo un esempio. Come ci fa giustamente notare un altro Professore, questa volta però con la P maiuscola, cioè Giulio Tremonti, il Governo Monti ha sottoscritto il meccanismo che strangola con le tasse l'economia e le famiglie italiane e per questo Monti è molto apprezzato dalla Merkel e da Hollande. L'Italia ha crediti a rischio verso i Paesi in crisi per il 5% del totale, ma, per effetto della firma di Monti sul trattato ESM, contribuisce per il 20%. Germania e Francia rischiano enormemente di più, ma pagano enormemente di meno. Grazie a Monti, dunque, l'Italia rischia di meno ma paga di più. Grazie, Monti. Germania e Francia non avrebbero mai accettato di pagare più del dovuto a favore dell'Italia, se le parti fossero state invertite, perché non hanno un loro Mario Monti. Mario Monti è un cilicio per l'Italia smaniosa di autocastigarsi e cercherà di mondarci dei nostri peccati. Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog