Cerca

Aiuti per la casa

Se l'INPS non fosse così disastrata, per pagare con i soldi dei pensionati la cassa integrazione il cui privilegio cade solo su una parte dei lavoratori, proporrei che chi è soggetto alla contribuzione INPS possa sceglire, a parte una piccola cifra di base comunque destinata alla pensione, di destinare il resto ad un mutuo prima casa. Si intende che queste cifre rimangono comunque vincolate a favore dell'INPS sino all'età pensionistica. Ossia se uno vende una casa così acquistata come per i mutui parte del ricavato va all'INPS. A meno che non se ne compri un'atra gravata dagli stessi vincoli. Raggiunta l'età pensionistica, età fissata all'inizio del contratto per quanto riguarda la casa, si va si in pensione,con una cifra minore ma con casa propria. In questo modo tanti giovani potrebbero pensare alla casa poichè la cifra destinata ai mutui è superiore, mutui che le banche devono, sottolineo devono, erogare al 100% del valore. E in questo modo si rilancerebbe anche il settore edilizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog