Cerca

Lettera aperta dei dipendenti della Ventura s.p.a.

Gentilissimo direttore, sono ad esporle il ns. personale risentimento su tutta la vicenda che da qualche mese ci attanaglia. La ringrazio anche a nome dei miei colleghi. Cordialmente Siamo un centinaio di dipendenti italiani e stranieri di un’impresa che nell'ultimo decennio ha lavorato con costanza, impegno e dedizione fino ad arrivare all'Expo. Negli ultimi mesi tutta questa fatica e sacrificio sono stati infangati dagli articoli sui giornali che additano e offendono la nostra azienda accusandola di essere in affari con una delle cosche più sanguinarie della Sicilia. Immaginate il nostro sgomento di fronte a queste affermazioni e la nostra rabbia nel sentire offendere i nostri titolari senza prima aver fatto delle vere indagini. La famiglia di imprenditori dei quali si parla non può essere la stessa che conosciamo noi. Perché tanta cattiveria gratuita? La famiglia di imprenditori che conosciamo noi, la mattina alle 6 è già al lavoro come noi e si dà e si è sempre data da fare per aggiudicarsi con onestà e meriti i lavori che fino ad oggi ci hanno permesso di avere regolarmente uno stipendio e non sentire il peso della crisi che sta attraversando il nostro Paese. Ha sempre svolto i lavori pubblici distinguendosi per professionalità, puntualità e qualità. La famiglia di imprenditori che conosciamo noi siamo noi e per questo ci sentiamo profondamente offesi e toccati nell'apprendere notizie false e distorte sulla nostra credibilità. Grazie per aver spento la luce negli occhi dei nostri titolari, aver distrutto i loro sogni e sacrifici fatti in questi anni. Grazie per averci lasciato senza lavoro dall'oggi al domani con i nostri figli da sfamare, i nostri mutui e affitti da pagare, in un periodo in cui un posto di lavoro è diventato un’utopia. Firma I Dipendenti della Ventura s.p.a.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog