Cerca

Per capire il fiume, bisogna risalirlo fino alla sua fonte

Dove sta l'origine dei nostri problemi?.Abbiamo perso il nostro ruolo di Stato tra le grandi Potenze economiche mondiali, stiamo assistendo giorno dopo giorno alla cancellazione di aziende fino a ieri leader nel proprio mercato, quelle che restano non riescono ad uscire dai nostri confini per l'impossibilità di dialogare con i mercati in lingua locale, gli imprenditori eredi, figli e nipoti dei fondatori nel pieno boom industriale, sono inadeguati e privi di idee, volontà e voglia di innovazione, i lavoratori senza conoscenze tecniche e culturali si muovono come zombi alla ricerca di aiuti esterni. Siamo un insieme di contenitori vuoti che anelano: ad un ruolo, a svolgere una funzione, ad uscire al mattino per andare al lavoro piuttosto che ad accodarsi presso gli uffici di collocamento. Questo è lo scenario di oggi. Ma come ci ...siamo arrivati? Da dove è partito tutto questo? Dalla scuola! Da dove la nostra testa doveva essere riempita di utili informazioni, da dove le nostre mani dovevano imparare a modellare la materia prima. Grazie a chi? A persone che dovevano essere capaci di formarci per la loro esperienza, capacità, rigore morale e conoscenza sempre aggiornata. Con cosa? Con strutture adeguate allo scopo, laboratori sempre aggiornati, stretti contatti con le realtà esterne. Come? Certamente non con livelli didattici sempre più bassi, valutazioni tenute impropriamente alte, scarsa voglia di apprendere, ricerca della sufficienza senza produrre un minimo impegno. Se per concludere, trovandoci in questo fatiscente scenario, ci mettiamo anche la nostra scarsa volontà di ricerca di una possibile valida soluzione, mettendoci del nostro, ecco creato lo stato di crisi che stiamo vivendo. Non diamo la colpa a fattori esterni, quelli esistono per tutti. Quindi è tutta nostra la colpa: per dell'inadeguatezza della nostra formazione e per l'assenza di rispetto degli elementari valori morali che ha rigorosamente seguito chi ci ha preceduto. Perciòi dove sta la soluzione? Per me eccola. Studia a prescindere, ricerca spazi nuovi, argomenti da sviluppare e vai a spenderli dove è necessario andare senza guardare confini, nazionalità, regioni, province, comuni, isole o altro. Chi ha imparato e sa, ha uno sguardo diverso, sa guardare lontano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog