Cerca

I poveri ROM,l'ubriaco messo ai domiciliari in cantina

A La vita in diretta gli ospiti commentano l'assalto di due individui in villa a Parabiago,conclusosi con il padrone di casa che spara e ferisce gravemente uno dei due con la rivoltella regolarmente registrata. Il ferito,pregiudicato per precedenti reati,è evaso dagli arresti "domiciliari",ossia dal suo "domicilio",dal noto campo Rom "autorizzato" di Via Martirano,periferia di Milano. Il sacerdote ospite fisso della trasmissione se ne esce con un azzeccatissimo : " Mettere ai domiciliari un Rom è come lasciare un ubriacone in una cantina ben fornita". Il pubblico si sbellica dalle risa,ma...c'è qualcuno che non digerisce la battuta del prete. E' il giornalista Sansonetti,evidentemente l'arguzia sacerdotale non gli va giù,offende la sensibilità dei poveri Rom...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog