Cerca

Lavoro ed Occupazione

OCCUPAZIONE Utile sarebbe anzitutto dividere la vita in tre fasce di età . Primi 25 anni : studio e formazione professionale,educazione civica e religiosa, viaggi , cultura, arte. Da 25- a 65 : lavoro e tasse per formare i giovani di cui sopra ed assistere gli anziani. Da 65 in poi : pensione sociale minima quanto basta a vivere dignitosamente e fare , viaggi ricreativi per la terza età. Quindi niente più pensioni oltre al fabbisogno. Il lavoro Chi troppo e chi nulla. Penso che per risolvere la disoccupazione e la fame conseguente , con scivolamento consequenziale verso la criminalità occorra: Distinguere gruppi di posti di lavoro affini 1- Per ogni gruppo , livelli di mansione, di tutte le aziende esistenti, negozi , ecc, impieghi statali , ecc 2- Per ogni livello versatilità di passaggio tra aziende 3- Ripartizione dei posti di lavoro senza concorsi, ma con l’assegnazione del posto in base alla propria mansione pratica : Assicurare almeno un posto per ogni famiglia (uomo-donna che sia), il nucleo familiare deve scegliere chi è più adeguato a prendere quel posto, La famiglia che occupa due o più posti se occorre deve cederli a chi non ne ha neanche uno Se una famiglia rimane senza almeno un posto sarà non per colpa propria ma per colpa della società che non gli da la stessa opportunità e quindi la società assicurerà in tal caso autotassandosi uno stipendio gratuito per un vivere dignitoso. Sono sicuro che molti diranno a chi non lavora e prende ugualmente uno stipendio : “senti vieni a lavorare dove sono io , facciamo il part-time mantenendo ognuno il proprio stipendio”. Scomparirebbe la raccomandazione perche la selezione avverrebbe in maniera naturale . Se rimangono posti liberi , e sono sicuro che ci saranno , si darà un secondo posto alle famiglie più numerose e cosi via per il terzo e quarto posto.. Basterebbe un programma computerizzato , un collocamento elettronico dove ogni nucleo familiare potrà scegliere il posto o posti messi a disposizione , ma solo se aventi diritto secondo le regole sociali, e sapendo che il secondo o terzo familiare che lavora dovrà lasciare il posto ad altri nuclei familiari che non ne hanno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog