Cerca

A Sua Eccellenza il Giudice di Pace di Sanremo

Caro Direttore, vuole pubblicare questa lettera diretta al Giudice di Pace di Sanremo? Ho dato in affitto , con regolare contratto, un box nel centro di Sanremo per 120 euro mensili. L’inquilina ha pagato soltanto tre mesi e poi ha interrotto i pagamenti. Alle mie sollecitazioni telefoniche ha risposto che avrebbe provveduto, ma non lo ha fatto e ha anche smesso di rispondere al telefono. Dietro suggerimento di un legale di Torino , mi sono rivolta a un avvocato del luogo per un decreto ingiuntivo di pagamento di 480 euro. Lei Signor Giudice di Pace di Sanremo , ha respinto il ricorso per le seguenti motivazioni: 1) “ in relazione al pagamento di canoni di locazione, risulta essere competente per materia il Tribunale”; 2) “dalla documentazione prodotta (contratto di affitto) non emerge prova scritta che controparte non abbia pagato quanto dovuto.” E’ vero che in materia di affitti la competenza è del Tribunale, ma è anche vero che il Giudice di Pace è competente per qualsiasi materia fino a 1100 euro, come mi ha precisato un avvocato della Associazione Proprietà Edilizia di Torino, dove vivo. Riguardo al punto due è evidente che Lei, Signor Giudice, ha preso un abbaglio. Non sono io che devo produrre la prove dell’avvento pagamento, ma l’inquilina. Se per ”prova scritta che controparte non ha pagato” Lei intende che non è stata inviata una raccomandata, non mi risulta che sia obbligatorio inviare una raccomandata all’inquilino. Per ricordargli che deve assolvere i suoi doveri, basta una telefonata. Inoltre, la raccomandata, non rappresenta certo la prova che non abbia pagato, perché potrebbe averlo fatto dopo. Signor Giudice, le conseguenze del Suo rigetto sono le seguenti: 1) dovrò inserire nella dichiarazione dei redditi l’affitto anche se non percepito e pagare l’IRPEF. 2) La mia pensione di reversibilità subirà un taglio a causa del comma 41 dell’art. 1 della legge 335/1995 (legge truffa firmata DINI). Il quotidiano LIBERO, a questo riguardo ha pubblicato un mio scritto dal titolo “sindacati vil razza dannata”. 3) Per riavere le chiavi del box dovrò fare lo sfratto che comporta una spesa notevole, come caldeggia l’avvocato di Sanremo, che , ovviamente, è interessata. . A causa di leggi caotiche e ingiuste, investire nel mattone è stata per me una fregatura. La mia speranza di “formichina” di avere una serena vecchiaia si è trasformata nella certezza di aver peggiorato la mia situazione. giuliana tofani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog