Cerca

Uno spot elettorale scorreto.

Gentile direttore, le scrivo per racontarle un fatto al quantoinsolito al quale non avevo mai assistito. Domenica scorsa mi sono recato in un cinema multisala situato a Sinalunga (SI) (patria natale di Rosi Bindi!!!!) con degli amici per vedere un film. Generalmente prima della proiezione vera e propria del film vengono mandati degli spot pubblcitari e alcuni trailer dei film in uscita. Questa volta invece della solita pubblciità, sullo schermo del cinema mi sono trovato a guardare lo spot elettorale del PD che invitava esplicitamente a votare per quel partito. Mentre lo stavano mandando mi sono detto: "Forse manderanno anche gli altri spot degli altri partiti, visto che siamo in regime di parcondicio. e invece così non è avvenuto. Sinceramente non so se sia possibile mandare spot pubblicitari al di fuori degli spazi consentiti dalla legge e se una sala cinematografica sia uno spazio consentito, ma a me è sembrata una mossa quanto meno scorretta, da parte di chi si è sempre posto come paladino della legalità, del diritto e della democrazia. Questa azione, mi è sembrata tutto fuor che democratica e legale. Grazie per la sua attenzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog