Cerca

Come vincere le elzioni.

Egr. Direttore, mi permetto di scriverle per porre alla Sua attenzione i miei punti di vista sulla politica di oggi e soprattutto quello che vorrebbero i cittadini e che i politici non faranno mai. Il giorno che decideranno di fare le seguenti leggi vinceranno le elezioni. Potrei chiamare questa lettera “Come vincere le elezioni senza fare campagna elettorale”. Devo premettere che, molto tempo fà per la precisione otto mesi prima dell’insediamento del Governo Monti ho consegnato ad un addetto di Palazzo Grazioli una lettera con una parte del pensiero che sto per evidenziare alla quale non ho mai avuto seguito. Il mio pensiero comincia dicendo che sono certo che le persone che ruotano intorno alle scelte degli uomini politici, i vari consiglieri, strateghi e gli stessi politici non abbiano mai letto L’Arte della guerra di Sun Tzo. Un libro, che a differenza delle università italiane dove si fanno studiare solo libri degli stessi professori, negli Stati Uniti è un libro di testo molto utilizzato per la formazione dei nuovi manager e politici. Dicevo all’inizio vincere senza fare campagna elettorale è semplice. Sarebbe sufficiente che i politici facessero quello che le persone vogliono veramente. Io punterei in un lancio mediatico di leggi di iniziativa popolare (basta con i referendum abrogativi che lasciano solo vacanza legislativa) proporre e partecipazione questo deve essere il motto. Ecco alcuni esempi: 1) cancellazione di tutte le provincie anche quelle a statuto speciale con allegato subito il regolamento attuativo in cui si dice che le competenze passano ai comuni dei vari territori e alla regione, non una parte in quanto come si sta vedendo ci sono una serie di ricorsi in quanto ognuno guarda il proprio orticello (si tolgono posti alla politica il personale viene ripartito dove serve); 2) modifica delle regioni a statuto speciale a statuto ordinario, ormai il dopo-guerra è passato e non servono più, creano solo maggiori spese (solo le cinque regioni non lo firmerebbero anche se molti di quegli elettori penso che la firma la mettano lo stesso); 3) cancellazione delle comunità montane, visto che se ne è troppo abusato (alla luce del fatto che ci sono comunità montane in riva al mare); 4) tratto dalla trasmissione report, installazione di un apparecchio nel quale devono essere passate tutte le ricette di farmaci in modo da monitorare la spesa, nell’esempio della trasmissione per un periodo di un mese in cui sono state attive nelle farmacie di Abruzzo c’è stato un forte abbattimento della spesa (si va contro la lobby dei farmacisti dei medici di base e delle ditte farmaceutiche, però se gli si prospetta che se non passa questo ci sarà la liberalizzazione delle farmacie lo accetterebbero sapendo che perdono l’incasso in denaro il quale si sposta nelle cooperative o supermercati; 5) creazione di BTP a 40-50 anni, in questa maniera lo spread non si muoverà più se si porta il 50% del debito a 40-50 anni e il resto piano piano si erode con il rientro. Chi acquisterà tali titoli? I fondi pensione. Pensione integrativa. Anni fa è partita la rivoluzione della pensione integrativa che veniva, per i privati, attivata con il TFR. Il TFR quando rimaneva in fabbrica aveva, ogni anno, la rivalutazione del 75% del tasso ISTAT. Si è detto che messo nei fondi pensione avrebbe reso di più. Falso i fondi sono in negativo o vanno pari con perdita di denaro da parte dei lavoratori. Ora tutti siamo chiamati a pagare tasse per pagare gli interessi sul debito, soldi che inseguito lasciano l’Italia. Questa proposta invece fa si che i soldi delle tasse per pagare interessi vadano a capitalizzare i fondi pensione. Al momento di andare in pensione il dipendente riceverà dal 50-80% e più del TFR che avrebbe avuto normalmente, magari aggiungendo un aliquota di tassazione bassa. E non aver perso i soldi pagati in tasse ma soltanto accantonati dallo Stato (si va contro le banche-assicurazione e tutti quegli operatori finanziari che guadagnano con le commissioni. Si va contro anche agli stessi sindacati che controllano direttamente e indirettamente tali fondi); 6) utilizzo dei lavoratori in cassa integrazione, buona parte di questi lavoratori sfruttano questa situazione per lavorare in nero e le aziende ne sono felici perché non rischiano vertenze. Invece se ci fosse una legge che pone in maniera volontaria di aderire o meno alle seguenti iniziative si combatterebbe il fenomeno del lavoro nero. Esempio: cassa integrazione uguale al 70% dello stipendio si chiede di lavorare 20 ore settimanali imbiancando nel periodo estivo le scuole in cambio si attiva la posizione inail per eventuali incidenti e si regala una quota figurativa di contributi inps. Presi migliaia di adesioni troppe scuole verrebbero messe in sicurezza o sistemati ospedali o completati carceri nuovi (si va contro il sindacato e una parte politica); 7) quanti processi faranno i giudici militari? Pochi in un anno. Una norma che li obblighi ne campo del processo civile o fallimentare a dare una mano ai giudici ordinari; 8) le carceri sono stracolme e a pezzi, aprire carceri che sono ultimati. Fare una legge che una volta avuta la sentenza definitiva lo straniero deve scontarla nel proprio paese. I delinquenti italiani non possiamo mandarli via gli stranieri si dovrebbe. Indulti o amnistie non vanno bene in quanto non si tiene conto delle vittime; 9) dalla trasmissione report, c’è una cittadina molto piccola che ha trasformato tutte le luci a sistema a led. Fare uno studio se è fattibile nelle grandi città; 10) fare una legge in cui si dice che chiunque, italiano o straniero, abbia la volontà e il denaro per far restaurare un bene storico deve farlo senza donare soldi ma chiedendo l’autorizzazione al Ministero competente e poi è lui stesso ad essere responsabile chiamando la ditta. Così si eviterebbero tutte le lungaggini come le gare di appalto e ricorsi al Tar essendo un privato; 11) fare una legge che incentivi l’utilizzo dei finanziamenti europei per i giovani. Molti burocrati ormai hanno timore ha firmare per dare soldi perché esce sempre qualcuno che dice per quale motivo si fa. Servirebbe più snellezza. Esempio: chiedere alcuni milioni all’Europa per i progetti di ristrutturazione e gestione dei beni culturali da parte di giovani. Così avremo i soldi per le nuove attività, un patrimonio rimesso a nuovo con nuovo afflusso di turisti e nuovi posti di lavoro. 12) una considerazione ora paghiamo i militari per stare fermi nelle caserme. Perché non rimborsare la benzina e farli muovere per la sicurezza del territorio, l’abbattimento degli immobili che fanno abuso edilizio o costruzione della salerno-reggio calabria? 13) modifica del codice della straada: obbligo di doppia assicurazione per chi ha quella straniera, in quanto in caso di incidente non si è tutelati. Dopo tre infrazioni ci deve essere sequestro e distruzione del mezzo come in una norma Svizzera di qualche tempo fa. Queste sono alcune delle tante idee che parlando con persone di varie estrazioni politiche e sociali vengono condivise. Le faccio una domanda Direttore: tra tutti quelli che vedono male queste leggi e quelli che le vedono positive chi sviluppa più voti? I contrari o i favorevoli? I favorevoli i quali portano a far vincere le elezioni e se nell’arco di uno o due anni si fanno tutte le vittorie elettorali verranno di continuo. ma come dicevo prima in merito alla citazione del libro nessuno pensa a queste cose. Vogliono inventare cose nuove. Si ricordi in economia non si inventa nulla. Basta prendere quello che in altri Stati già viene fatto ed adattarlo. Ora si parla solo di nozze Gay e che la costituzione non dice che i coniugi devono essere uomo-donna, ci si scorda che nel 45-48 non si pensava lontanamente a nozze Gay altrimenti l’avrebbero previsto e sappiamo che chi ha fatto la costituzione era centro-sinistra e avrebbero detto no. Una cosa su Monti, prima di salutarla, un anno fa ha detto che non c’erano soldi fra otto anni per olimpiadi a Roma, vediamo l’Inghilterra come si è ripresa dalla crisi grazie ai giochi, e pochi mesi dopo diceva che gli investitori devono avere fiducia dell’Italia e investire ora. Ma scusi se non ha fiducia il capo del governo fra otto anni la possono avere subito gli stranieri? Prima ha detto che se si tagliano le tasse prima di due tre anni andiamo peggio della grecia e lui ora dice che se vince lo fa? Direttore basta con Professori della Bocconi o della Luiss. Professori che sarei curioso vedere ad insegnare in atenei come La Sapienza con sessioni di esami che durano 24 ore senza sosta. Ora la saluto e la ringrazio per la cortese attenzione, non so se lei pubblicherà la mia lettera o la passerà a Berlusconi. Magari gli si aprono gli occhi e fa queste proposte che possono far valere una vittoria se si annuncia il venerdì prima delle elezioni che sono state raccolte milioni di firme il gioco è fatto. Basta attivare tutti i consiglieri comunali e municipali di tutta Italia. Se dovesse scegliere di pubblicarla le chiedo di sistemare la grammatica che non è delle migliori. Grazie ancora per il tempo che mi ha dedicato. Buona lavoro e speriamo di riuscire a portare a casa un risultato positivo un lettore e un sostenitore ex an.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog