Cerca

Lotta operaia, paga ministeriale

Caro direttore Ieri a Milano Di Pietro si è' presentato a parlare di lavoro insieme ad un nuovo pupillo: lo definiscono responsabile welfare, e fanno bene dato che di welfare se ne intende, anche se in senso personalistico... Maurizio Zipponi lascia infatti la dirigenza RCI con una causa di mobbing tanto gli si era incollato il posto di cui non ci è' dato conoscere ricompensa, ma che se deve avere significato la sua adesione a Idv doveva essere piuttosto alta, dal momento che a Tonino il nostro compagno strappa un contratto da ministro! Per sostener gli operai, forse per sentirmi più vicini il Sign Zipponi chiede e ottiene nel 2009 un emolumento di 156.000 euro ( in linea con quelli di un Mnistrodi allora )più 2000 euro di diaria la mese per la casa e ed extra come 20.000 euro di finanziamenti alla rivista dell'amico Sansonetti trombato parimenti da RCI,su cui scrive a dispetto della sua cultura medio inferiore. Ed il tutto ad insaputa dell'intero ufficio di Presidenza del partito spiazzato davanti a cosa fatta, dopo che per anni si è' preso gli insulti della piazze che l'amico,meglio il compagno Zipponi andava aizzando contro la casta politica. Un sindacalista puro, anche senza la carriera che millanta a tutti apicale in Fiom...........avanti Rivoluzione!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog