Cerca

Benedetto XVI e i proverbi

Le dimissioni di Benedetto XVI, quella che Bruno Vespa ha felicemente definito "la grande rinuncia", hanno inferto un duro colpo non solo a quel che resta della cattolicità ma anche al mondo dei proverbi, già provato dalle previsioni meteo sempre più precise (Quando le nugole le va vers Trent), dalla fine della civiltà contadina (ciapa la zapa) e dalla crisi delle vocazioni (e va 'n convent). Come ha notato un arguto popolano romano intervistato dalla tivù, non si potrà ormai più dire che "Morto un papa, se ne fa un altro", una delle poche cose sicure - finora - nel nostro mondo in frenetico movimento, con la forza quasi di una legge fisica. A ben vedere, anche la locuzione "ad ogni morte di papa" perde - col gesto inopinato del pastore bavarese - molto della sua imperativa ultimatività.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog