Cerca

Voto il "bauscia" - Forza Berlusca!!

I mercati esteri, sì proprio loro. Proprio grazie a loro sopravvivo. Sono loro che mi portano i soldi, quei benedetti e fottutissimi soldi che mi permettono di comprare quei libri,quei miei amati libri di diritto, sì di diritto, che dovrebbero aprirmi la mente ed aiutarmi nella professione, ma che in realtà mi riempiono solo di illusioni, di quei bei principi costituzionali che, quando letti, trasmetto l’armonia di un amore, di un vero amore, di quelli che si vedono solo nei film. Ebbene, quei mercati li considero come avvoltoi del mio paese, l’Italia, quel ricchissimo paese in cui abito, in cui vivo e per il quale pago le tasse, fintantoché ce la farò e nel quale i miei figli, che un giorno spero di poter avere, spero possano crescere nei migliori e più severi istituti scolastici. Eppure… Eppure quegli stessi mercati crollano se il cavaliere Berlusconi afferma : “le tangenti rappresentano una previsionale per l’azienda”. Vorrei dire a quei fottutissimi mercati: “perché non è così??”…non è così che alimentate il vostro capitale di lungo – medio – breve termine???. N0.., tutti santi questi mercati internazionali. Se così fosse, se fosse così vero, non esisterebbe una disciplina giuridica internazionale per fronteggiare i relativi abusi dei quali solo “i più “ godono. Berlusconi ha denunciato una situazione internazionale, a parer mio, “sacrosantamente” vera: la corruttibilità dell’animo umano. Il cavaliere l’ha associata ai paesi del terzo mondo. Personalmente, credo sia una situazione generale. Pertanto, mi chiedo: perché i mercati risentono di affermazioni così veritiere?? Vogliono il nostro paese??? Ah, se così fosse PERSONALMENTE NON GLIELO CONSEGNO perché VOGLIO QUESTO PAESE: LO PRETENDO. E pretendo che i soldi che mi garantiscono, ahimè, il mio benessere professionale e non materiale ( per quelli non sarebbero sufficienti neppure i soldi del cavaliere) vengano dall’Italia, dagli italiani che lavorano, che amano il loro lavoro e che, magari, siano contenti di pagare le tasse provenienti dal loro lavoro, magari soddisfatti e inclini a garantire quel famoso benessere sociale che, purtroppo, solo un animo pienamente incorruttibile è in grado di realizzare. Solo un animo pienamente incorruttibile è in grado di realizzare. Ma l’animo pienamente incorruttibile esiste??? E’ di questa Terra??? Non credo. Troppe sono le tentazioni che ti capitano nella vita reale, alla quale non sai e, magari, non puoi resistere, non puoi dire di No perché, ahimè, se ti dovessero chiedere soldi per “sistemare” tuo figlio, TU NON PUOI – PERCHE’ NON VUOI - ESSERE IN GRADO DI DIRE NO…: pertanto, siamo pratici e diciamoci la verità: a tutti piace la bella vita, per sé e per i propri figli, magari, a fronte del minimo sforzo. Prova ne è che le vendite del gratta e vinci sono sempre alle stelle. E, comunque, se non a tutti piace il motto “ minimo sforzo massimo rendimento”, piace a tanti. D’altronde non è una colpa, non può essere una colpa: è un difetto realisticamente umano. L’Italia proviene dalla cultura greco – romana e le migliori fonti descrivono la corruttibilità e la passionalità dei nostri animi, come anche evidenziano il grande acume della nostra progenie. Pertanto, se facessimo prevalere la nostra intelligenza e, soprattutto, il controllo sulle nostre pulsioni potremmo rinnovare il NOSTRO paese: cerchiamo di essere meno giudici e più pratici. Cerchiamo di “mangiare meno (perché augurarci di “non mangiare” è utopistico) e lavorare di più, o meglio, cerchiamo di amare più il nostro lavoro e godere dei benefici materiali intesi esclusivamente come conseguenza del nostro operato, con la convinzione che il lavoro deve rappresentare la priorità mentre il benessere economico deve rappresentare la conseguenza” perché se anteponiamo i soldi al lavoro e non il lavoro ai soldi, siamo tendenzialmente corrotti e, quindi, corruttori. Quindi, non possiamo essere titolari di quel poter di giudizio nei confronti di uomo che ha lottato per i suoi interessi e per la sua famiglia. Infine, se Berlusconi mangia, beh, fa mangiare tutti. La legge sulla prescrizione e sull’indulto ha innalzato i redditi dei penalisti e quella sul condono, poi, ha incrementato i portafogli dei tributaristi. Eppure, a volte, questi avvocati sono a sinistra. Personalmente, non ho avuto giovamenti dalle leggi di Berlusconi però questa volta LO VOTO con convinzione. LO VOTO per il coraggio, o forse il presunto tale non so, non posso giudicare o identificare una persona per delle semplici parole trascritte dai media e non ascoltate in prima persona dalle mie orecchie, e spero possa aver fiducia da tutta Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog