Cerca

La grande kermesse di Sanremo

La solita grande sagra di condominio nazional-popolare, dove con la scusa della canzone italiana la Casta degli opinionisti e presentatori – oramai sempre più indistinguibili - e delle ballerine di corte celebra se stessa e la propria vanità, dal palco o dalla platea. Censure politiche auto-imposte per darsi ancora più importanza, mezze seghe di vallette e cantanti, celebrazioni patetiche di fossili del passato, con quelli morti più dignitosi di quelli vivi, quasi nessun ospite straniero di quelli che facevano la differenza anche se, quando gli si mendicava un “lo conoscete il festival di Sanremo nel vostro paese?”, rispondevano tutti con dei secchi No.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog