Cerca

Perdita silenziosa di 20.000 posti di lavoro in Sicilia

Egr. Direttore, ma Lei è informato dei provvedimenti legislativi che la politica regionale e nazionale hanno già emanato e che porteranno al fallimento i laboratori di analisi in Sicilia ? Sono stupito del silenzio dei giornali e dei siti web e di tutti i canali di informazione! E' una vergogna che la perdita di 20.000 posti di lavoro in un comparto specialistico riguardante l'assistenza e la salute dei cittadini siciliani non importi a nessuno. Ho già scritto a qualche giornale ma, evidentemente, non sono notizie "interessanti" o "convenienti" da dare quelle in cui l' Assessore per la salute della Regione Sicilia, Borsellino, emana un decreto che impone un tariffario (Bindi) in cui la singola prestazione, per i Laboratori di analisi, viene retribuita con un importo molto al di sotto del costo vivo della prestazione stessa e che impone una restituzione di circa 200 milioni di euro . E se affrontiamo il problema in campo nazionale non conviene neanche informare i cittadini che il decreto del ministro Balduzzi dello scorso mese, sulla stessa scia del Bindi, emana il nuovo nomenclatore tariffario con cifre che non coprono neanche i costi. Già, non importa a nessuno e probabilmente neanche a Lei che vengano licenziati 12.000 operatori (+8.000 di indotto), che chiudano circa 600 Laboratori di analisi o per fallimento (se devono essere restituiti gli arretrati degli ultimi 5 anni) o perchè i costi per mantenere le strutture sono di molto superiori alle impraticabili tariffe Balduzzi o Bindi! Perchè tutto ciò? C'è qualcuno che vuole "comprarsi" la gestione della specialistica in Sicilia? Siete informati che le strutture pubbliche sono capaci di assorbire in Sicilia solo il 10% della domanda e che da sempre i Laboratori di analisi hanno assicurato nel territorio un servizio efficente e di qualità? Siete informati che la Sicilia ha già effettuato il piano di rientro e che pertanto le somme per i laboratori sono disponibili come lo sono state negli anni precedenti? Siete informati del costo maggiorato 3 volte per una stessa prestazione eseguita nel pubblico? Siete informati che la tariffa Bindi o Balduzzi è inferiore a quella che veniva retribuita per la stessa prestazione più di 30 anni fa?! Potrei dilungarmi sui particolari dei costi pubblico e privato della sanità in Sicilia, alcuni dei quali sconvolgenti, ma lo farò solo con chi dimostrerà di operare nel settore dell'informazione nell'interesse della salute dei cittadini, lontano da interessi politici di qualsiasi genere. Chi Le scrive è un medico specialista, titolare di un Laboratorio di analisi operante a Palermo da 62 anni! Allego una copia di una lettera di contestazione inviata a Repubblica la settimana scorsa, che come prevedevo non ha avuto alcun riscontro. Cordiali saluti, Mario Di Piazza

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog