Cerca

Fisco ingiusto

Egregio Direttore, sono da molto tempo un lettore di Libero e sostenitore delle sue idee, quello che sto per dire le sarei grato se lo potesse trasferire ai politici di centro destra che si apprestano ad essere nuovamente presenti in Parlamento. In tutti questi anni nessuno, dico nessuno, si è mai posto il problema dei giovani che, per colpa del sistema che non gli consente di avere un lavoro ben retribuito, sono ancora a carico dei genitori. Quello che deploro e che trovo ingiusto per noi genitori, il fatto di non potere detrarre le spese per i figli, se questi arrivano a percepire un reddito annuo, che supera i 2.840,50 Euro. Ma può vivere un figlio che studia fuori casa o che cerca lavoro, anche se ogni tanto riesce a guadagnare qualcosa saltuariamente, con una simile cifra? Perchè nessuno ha mai pensato di elevare l'importo minimo di cui sopra che, ai giorni d'oggi è veramente irrisorio e iniquo. A tutto questo si aggiunge la beffa che se, per puro bisogno un genitore prova a detrarre dal proprio reddito le spese dei figli che hanno di poco superato l'importo del reddito minimo, viene subito perseguito e vessato da un FISCO che sa solo arraffare pochi spiccioli nelle famiglie oneste e monoreddito, intimando di restituire le somme detratte con l'aggravio delle sanzioni e degli interessi. La prego vivamente di informare e portare a conoscenza dei politici quanto accade in questa società malata e senza Cuore. Grazie e Cordiali saluti, Gaetano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog