Cerca

In risposta al ministro Profumo

In risposta al ministro Profumo, che in un'intervista al quotidiano Repubblica ha recentemente dichiarato che ama portare a termine i progetti iniziati e che vi lavorerà fino all'ultimo giorno, vorremmo sottoporre un problema che puo' costare il TFA (creatura del governo Berlusconi, ma che è stata tenuta a battesimo proprio da Profumo!) agli attuali iscritti, che hanno già sborsato la bellezza di 2.643 € e rischiano di vedere nullificati gli sforzi fatti finora, se non riuscissero a portare a termine il tirocinio entro giugno (più di 475 ore rimanenti). Il problema è relativo alla mancata concessione del seminiesonero da parte degli Uffici Scolastici Regionali ai tutor coodinatori, cosa che di fatto impedisce l'avvio del tirocinio diretto. Da notizie dell'ultima ora si sa che il vizio che causa problemi a tutta la situazione dei semiesoneri deriva dal Ministero, che tiene bloccata la procedura al MEF, nonostante in alcune regioni il TFA sia stato avviato ormai da mesi! A quanto pare il decreto è incompleto e lascia delle lacune che anche l'USR fatica a colmare. Come se non bastasse il decreto lascia l'incombenza economica dei semiesoneri alle scuole, le quali, a corto di soldi, rischiano di non rimborsare nulla ai tutor, che quindi lavorerebbero gratis (e potrebbero decidere di rinunciare all'incarico). A nome degli iscritti ai TFA chiediamo quindi al ministro che sblocchi questa situazione al più presto, portando a termine il suo progetto, per permettere anche a noi di “non buttare via un anno di lavoro”!!! Siamo ragazzi forti, il superamento delle selezioni e l’impegno che mettiamo in questo TFA lo dimostrano, ora tocca al Ministero dimostrare la serietà e competenza che ci si aspettava dal governo di tecnici!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog